Home / Focus / Console Killer. Case mini ITX, che potenza possiamo tenere in uno spazio cosi ristretto??

Console Killer. Case mini ITX, che potenza possiamo tenere in uno spazio cosi ristretto??

Introduzione

A cosa mira questo focus?

Il nostro articolo mira a spiegare come sia semplice, con l’hardware attuale creare una configurazione simile ad una console mantenendo un ottimo prezzo prestazioni. Partendo dalla base del ragionamento che il PC è una macchina che offre infinite possibilità, senza i limiti normali di una console. Passiamo a quello che realmente ci interessa, il Gaming.
Perché è ovvio che negli altri campi il confronto non è fattibile.

Prestazioni. Cosa ci serve per giocare?
Uno dei vantaggi più grandi delle console è inserire il disco e giocare, anche se ultimamente tra installazioni e aggiornamenti si impiega comunque un pò più di tempo, questo a causa dei giochi sempre più complessi. Per quanto riguarda il PC, pur essendo possibile comprare i classici giochi in DVD tantissimi utenti preferiscono comprare le copie digitali, risparmiando ed evitandosi il viaggio.
Le console attuali promettono gaming in 4k, nel 99% dei casi si tratta di risoluzioni upscalate, con render a risoluzione più basse, monitor Blur come se piovesse e frame rate singhiozzante… Sicuramente ottimo per un casual gamer o per chi comunque si accontenta.
Con il PC la storia cambia, si va a spendere di più, soprattutto sul nuovo, ma il tutto comporta una maggiore durata, le mod, la possibilità di personalizzare e di aggiornare. Offrendo la possibilità di potersi godere il 4k a 30 fps oppure un 1080p oltre i 60 fps anche con schede video sotto i 300 euro.

Le dimensioni e la possibilità di non avere una postazione con scrivania.
Altra cosa che molte volte spinge verso una console è la possibilità di buttarla vicino alla TV cosi che occupi poco spazio, comandandola comodamente dal divano di casa tramite il PAD. Una cosa fattibile facilmente anche con un PC! Se volete usarla dal divano potrete usare il vostro smart phone per utilizzare windows tramite le tante app per IOS o Android, usando un pad wireless per giocare. Inoltre senza abbandonare la possibilità di avere mouse e tastiera dalla vostra parte!

Qui la recensione del case.

Cosa abbiamo utilizzato?

La nostra configurazione è di fascia medio alta, montando una nuovissima CPU AMD Ryzen 5 1600 e una RX580 8gb Sapphire!
Qui trovate la lista completa.

Il prezzo si aggira intorno ai 1270 euro, ma abbiamo abbondato da tutti i lati!
è molto semplice infatti risparmiare tanti e tanti soldi! Ad esempio sostituendo in 32 GB di ram con soli 8gb. Cambiando alimentatore. Utilizzando un Ryzen 3 e montando solo un HDD.
Clicca QUI per vedere la lista aggiornata!!! Con 843 euro ottenete un ottima configurazione da Gaming!!!!

Se il 4k non vi interessa minimamente potete optare per la seconda lista sostituendo la RX 580 con una GTX 1050ti!

Temperature.
I case piccini di solito sono problematici soprattutto per la questione temperature. Non si riesce a creare un flusso d’aria completo e complesso e non si possono montare grandi sistemi di dissipazione. Nel nostro caso questo è un problema?
No.
Il case monta in bundle due ventole spesse solo 1.5cm e da 12 cm, adatte rifornire l’hardware di tutta l’aria fresca di cui ha bisogno!
Durante i nostri test ne abbiamo aggiunto una terza, abbiamo trovato il miglior compromesso mettendole tutte in immissione. Viste le dimensioni ridotte e le tante forature che troviamo sul nostro case l’aria calda riesca ad uscire senza problemi. Semplicemente mettendo un dito vicino alle griglie ci si accorge che il sistema funziona.
Passiamo alle temperature in utilizzo, con il dissipatore stock AMD e con la ventola a default per quanto riguarda la GPU si riesce a stare in game tra i 45 ai 55 sulla CPU e sui 75 sulla GPU. Modificando la curvatura della ventola della scheda video in modo più aggressivo si riesce senza problemi a tenerla intorno ai 60 gradi. La CPU se decidete di overcloccarla vi consiglio di utilizzare questo dissipatore. I 3.8ghz sono possibili anche in un case cosi piccolo.

Qui troverete un piccolo video su tre giochi.
Inutile dilungarsi in test, la scheda video e la CPU lavorano come su qualsiasi PC!

Conclusioni.
Possiamo fare o non fare una piccola console killer mantenendoci sotto gli 800 euro?
SI!

Prendendo in esame soprattutto la seconda configurazione proposta è possibile ottenere un PC che tenga i 60 FPS ad impostazioni alte in pratica con tutti i giochi sul mercato. Consumando poco. Si può rendere un PC come una console, ma il contrario proprio no. Quindi spendendo di più ottenete un centro multimediale completo, un PC da lavoro con ottime prestazioni in tutti i campi, una macchina da gaming.
Ricordiamo sempre che i giochi per PC sono reperibili a prezzi migliori rispetto a quelli delle console, anche se quelli di quest’ultima sono rivendibili. ON-Line gratuito senza abbonamenti. La possibilità di personalizzare l’aspetto e l’interfaccia. E tutti gli altri infiniti vantaggi ( 144hz ad esempio, upgrade semplice, utilizzo di vecchi titoli ) che il mondo dei PC si porta dietro.
Concludo dicendo che a prescindere della macchina che utilizzate la cosa importante è divertirsi!