Valutazione discussione:
  • 0 voti - 0 media
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Kingston HyperX Cloud II
08-29-2015, 08:38 PM
Messaggio: #1
Kingston HyperX Cloud II
<a href="http://hwready.it/wp-content/uploads/2015/08/DSCN8119.jpg"><img class="aligncenter size-large wp-image-18987" src="http://hwready.it/wp-content/uploads/2015/08/DSCN8119-600x450.jpg" alt="DSCN8119" width="600" height="450" /></a>

Ciao ragazzi!!!
Kingston ha affidato dopo innumerevoli richieste questo nuovo paio di cuffie alle mie cure recensorie, ancora una cuffia gaming; vediamo cosa è successo col nuovo modello.

<strong>RINGRAZIAMENTI</strong>
Il primo ringraziamento scusate ma questa volta non va a voi lettori, ma ad Andrea Martinez di Kingstone Europe; è l’unico che è riuscito a farmi avere un paio delle nuove cuffie. E probabilmente stimolato anche dalle domande circa l’amplificazione ha agito in modo tale da far mettere on-line almeno il dato di potenza (ci eravamo beccati una risposta poco simpatica dal laboratorio Kingston)
Il secondo questa volta a voi lettori.

<strong>PREMESSE</strong>
Avevo già recensito la prima versione di queste cuffie, ero interessato a sentire se avessero applicato qualche miglioria.

<span class="_5yl5">[nextpage title="Descrizione"]</span>

<strong>UNBOXING</strong>

Questo messaggio può essere visualizzato solo dagli utenti registrati. Registrati cliccando qui.
<strong>DESCRIZIONE</strong>
Ecco il link al produttore
Questo messaggio può essere visualizzato solo dagli utenti registrati. Registrati cliccando qui.
Queste le caratteristiche dichiarate:
Tipo di trasduttore: dinamico da Ø 53mm con magneti al neodimio
Principio operativo: chiuso
Risposta in frequenza: 15Hz-25.000 Hz
Impedenza nominale: 60 Ω per sistema
SPL nominale: 98±3dB
T.H.D.: &lt; 2%
Potenza in ingresso: 150mW
Adattamento all’orecchio: circumaurale
Attenuazione rumore ambientale: circa 20 dBa
Pressione della fascia: 5N
Peso: 320g
Peso con microfono e cavo: 350g
Tipo e lunghezza del cavo: 1m + 2m di prolunga
Connessione: jack mini stereo (3,5mm)
Da che si estrapolano 3V e 50mA per amplificarle a dovere, delle cuffie semplici da pilotare.

<strong>PACKAGING</strong>
Le Kingston HyperX Cloud godono di una presentazione ottimale.
Una legera scatola con rappresentato il prodotto racchiude un’altra scatola più resistente ove sono racchiuse le cuffie e tutti i gadget, il tutto ben saldamente trattenuto e protetto da un pannello di poliuretano sagomato.

<strong>BUNDLE</strong>
Il bundle è forse tra i più completi.
Troviamo:
L’adattatore dual jack per aerei e treni americani.
La scheda audio aggiuntiva per introdurre il virtual surround.
Un sacchetto ben fatto con anche un po’ di imbottitura per il trasporto delle cuffie, in aggiunta c’è anche un taschino per mettere gli accessori.
E dei bei pad in velluto.

<strong>MATERIALI</strong>
Sui materiali si vede e si sente al tatto una qualità costruttiva presente solo su cuffie hi-fi le plastiche usate sono resistenti, le parti delicate come i perni e l’archetto sono in alluminio. I pad sono forniti sia in similpelle visco elastici e memory foam (comodissimi), sia in versione simil-velluto (parlerò più avanti dei pad). L’headband è imbottita e ricoperta in similpelle.

<strong>COMODITÀ</strong>
La comodità è eccezionale, per lo meno con i pad in simil pelle, l’indossabilità è quindi elevata e perdura bile nel tempo. I pad in velluto sono meno comodi rispetto a quelli in pelle.

<a href="http://hwready.it/wp-content/uploads/2015/08/DSCN8118.jpg"><img class="aligncenter size-large wp-image-18986" src="http://hwready.it/wp-content/uploads/2015/08/DSCN8118-600x450.jpg" alt="DSCN8118" width="600" height="450" /></a>

<strong>ISOLAMENTO</strong>
l’isolamento dichiarato è di 20db quindi è un isolamento considerabile come normale (per una buona cuffia chiusa), ma non estremo; isolamenti superiori ai 20db servono infatti in occasioni differenti dal gaming e dall’ascolto. L’isolamento è ottimale in entrambe le direzioni, da fuori a volume d’ascolto si sente poco o niente, e da dentro non si sente assolutamente nulla del fuori.
<strong>RODAGGIO</strong>
Il laboratorio Kingston sulla domanda circa il rodaggio non ha dato risposta:
''Burn -in is a term high end headphone users like to use, not common for the gamer market.
Of the hundreds of editors that have reviewed the product, a very small number have noticed that a new headset may be a little strong in the high frequency range, because the newly built drivers needs to be worn in a little to soften, as he mentions.

We don't offer a specific recommendation.
Some people suggest a couple days with them running a normal volumes, others a little longer than that, it is a personal preference.”
“Rodaggio è un termine che I possessori di cuffie hi-end amano usare, non è comune nel mercato gaming.
Delle centinaia di recensori che hanno recensito il prodotto, solo una piccolissima parte ha notato che un headset nuovo può essere un poco più forte nel range delle alte frequenze, dato che i driver nuovi di fabbrica necessitano di un po’ di movimento, come ha detto.
Non forniamo alcuna raccomandazione specifica.
Alcune persone suggeriscono un paio di giorni a volume normale, altri un tempo un po’ più lungo, è una preferenza personale.”
Diciamo che della preferenza personale circa il rodaggio c’è ben poco dipende dai driver, alcuni non necessitano di rodaggio, altri ancora vogliono 200 ore di rodaggio, sono scelte progettuali, entrambe estremamente valide.
Il mio parere è che ci voglia il rodaggio standard by Takstar (non lo dicono ma se guardate le pro80 noterete più di una qualche somiglianza) e consiste in 100 ore.
<strong>MANUTENZIONE</strong>
Mantenere delle cuffie significa anche curarle.

Questo messaggio può essere visualizzato solo dagli utenti registrati. Registrati cliccando qui.
<strong>MICROFONO</strong>
Il microfono l’ho testato brevemente un buon microfono per la voce, stando a quanto mi veniva riportato dagli interlocutori.

<a href="http://hwready.it/wp-content/uploads/2015/08/DSCN8117.jpg"><img class="aligncenter size-large wp-image-18985" src="http://hwready.it/wp-content/uploads/2015/08/DSCN8117-600x450.jpg" alt="DSCN8117" width="600" height="450" /></a>

<span class="_5yl5">[nextpage title="Recensione"]</span>

<a href="http://hwready.it/wp-content/uploads/2015/08/DSCN8122.jpg"><img class="aligncenter size-large wp-image-18988" src="http://hwready.it/wp-content/uploads/2015/08/DSCN8122-600x450.jpg" alt="DSCN8122" width="600" height="450" /></a>

<strong>PROVE CON GIOCHI VARI</strong>
Per una volta il test di ascolto è avvenuto principalmente con i giochi, lungo perché c’era tanto da provare: con scheda dedicata, con scheda dedicata affiancata da amplificatore, con scheda allegata alla cuffia ed il tutto cambiando i pad.
I giochi usati non sono nuovissimi ma sono quelli che mi piacciono e che so anche essere validi per una recensione che riguarda l’acustica: Arma Armed Assault, X3 reunion, Morrowind, Race Injection, Patrician IV, Rome Total War.
Partiamo dalla nota peggiore ed arriveremo alla nota migliore.
L’accoppiamento peggiore è stato pad in velluto e scheda fornita da Kingston: suoni che si sovrapponevano perdendo molto in direzionalità e spaziosità, non si distingueva il rumore di un elicottero dal rumore di un carro armato, non si distingueva un motore da un altro, le musiche ove presenti erano fastidiose e i rumori metallici quando presenti erano terribilmente fastidiosi.
Pad in velluto e scheda dedicata, la situazione migliora, ma i pad in velluto ammazzano ogni dettaglio e risultano fastidiosi in breve tempo, non solo ammazzano i dettagli di ambientante, ma anche quelli più incisivi nel gioco pneumatici, passi.
Con i pad in pelle la situazione sonica migliora, ma mantenendo la scheda fornita da Kingston diciamo che sono i dettagli a fare la differenza, per lo meno i dettagli che non ci sono. Non fraintendetemi il suono è molto migliore, più direzionale, e più spazioso, le musiche se presenti non infastidiscono e non ci sono rumori che risultano altamente fastidiosi, è che a confronto con una scheda dedicata: semplicemente non c’è confronto, alcuni rumori si perdono (anche se ad onor del vero sono quelli più di ambientante) altri rumori si confondono, non sempre ma ci sono situazioni caotiche dove i motori sembrano tutti uguali, ed ancora l’elicottero si confonde con il carro armato.
Pad in pelle e scheda dedicata è l’accoppiata vincente, l’amplificazione aggiuntiva non è necessaria dato che non aggiunge molto di più all’esperienza di gioco. Ohhhh finalmente questo è un giocare in modo serio dove le cuffie danno il meglio di loro rendendo in modo ottimale lo spazio, i rumori dentro di esso, si torna a distinguere ogni motore, l’elicottero non si confonde più col carro e le musiche tornano ad accompagnare l’esperienza di gioco anziché torturarla.

<a href="http://hwready.it/wp-content/uploads/2015/08/DSCN8115.jpg"><img class="aligncenter size-large wp-image-18984" src="http://hwready.it/wp-content/uploads/2015/08/DSCN8115-600x450.jpg" alt="DSCN8115" width="600" height="450" /></a>
<strong>COMPORTAMENTO CON LA MUSICA</strong>
L’insight musicale è stato più breve rispetto al solito, più breve per i miei standard dato che comunque con la musica ascoltata si potrebbero incidere una decina di album.
In primis voglio fare la differenziazione tra l’uso della scheda fornita e la scheda dedicata.
La scheda dedicata, semplicemente fa il vuoto, la scheda fornita da Kingston semplicemente non suona: confonde tutto il palco, è lenta, e non ha dinamica. Tutto qui? Assolutamente no ho voluto fare la prova di come suonasse confronto alla scheda integrata, con mio stupore era un buon passo avanti rispetto all’integrata, con l’integrata ho retto si e no 5 secondi, con la scheda fornita da Kingston ho retto si e no 5 minuti. (Da notare che questa prova l’ho fatta con i pad in pelle dato che partendo da un sistema di riferimento avevo già notato che i pad in pelle suonavano meglio, cosa succeda con i pad in velluto in condizioni non ottimali non lo so, e nemmeno mi interessa saperlo)
Pad in pelle o pad in velluto, bhè da come ve li ho descritti in gaming e nella parentesi appena conclusa già avrete compreso che i pad in pelle sono on another level, se con i pad in pelle la cuffia suona, con i pad in velluto l’unica cosa che verrebbe da suonare o meglio cantare sono le parole che canterei a chi ha avuto la geniale idea di affiancare queste cuffie (progettate in partenza per essere usate con pad in pelle) a dei pad in velluto, mi fermo qui sul cantargliene quattro … finirei col dire cose spiacevoli. Ok descriviamoli … ed onestamente non mi vengono parole per descrivere quanto schifo facciano i pad in velluto, ma ci proverò cercando di essere chiaro. In primis sono distorcenti le voci sono innaturali e i suoni pure, presentano buchi tali che si perdono addirittura pezzi di assolo nelle chitarre, molto fastidiosi sono durati si e no 20 secondi, non mi stupirei che un ascolto prolungato con tali pad rovini l’udito.
Ok le cose spiacevoli le ho dette, passiamo alle piacevoli. Le cuffie inserite in una catena abbastanza seria (e i pad in pelle) riescono a competere con cuffie hi-fi di pari fascia, nulla di eclatante, sia ben chiaro ma suonano piacevolmente, non sono cacciatrici di dettaglio, ma riproducono bene la scena musicale e la dinamica della traccia. Non si hanno frequenze dominanti e quello che molti recensori italiani hanno definito come mancanza di bassi, non è altro che una proposta di bassi seri e non invadenti con cui apprezzare la propria musica preferita e sentire un po’ anche il resto degli strumenti.
Gli alti di queste cuffie rimangono i tipici alti di Takstar, ci sono ma non convincono (per lo meno il sottoscritto). Ma musicalmente è più la firma di questa casa, dato che tutto il resto è di alto livello.
<strong>TEST NEL MOBILE</strong>
Le cuffie hanno un uso anche mobile nel senso che essendo facili da pilotare possono essere usate bene anche con dispositivi portatili che riescono bene o male a fornire quasi sempre le caratteristiche elettroacustiche necessarie alla cuffia.
<strong>VIDEORECENSIONE</strong>

Questo messaggio può essere visualizzato solo dagli utenti registrati. Registrati cliccando qui.

<span class="_5yl5">[nextpage title="Test"]</span>

<a href="http://hwready.it/wp-content/uploads/2015/08/4.jpg"><img class="aligncenter size-large wp-image-18983" src="http://hwready.it/wp-content/uploads/2015/08/4-600x379.jpg" alt="4" width="600" height="379" /></a>

<strong>TEST CIRCA LE FREQUENZE</strong>
Scheda + cuffie = 2 grafici
Il primo grafico è quello dedicato alla scheda, praticamente scopriamo perché non è una buona scheda.
Come ho sempre affermato: “ottenere con un’elettronica una risposta 20Hz-20kHz lineare è semplice … la parte difficile è far suonare bene un’elettronica”.
Questa scheda mi dà l’occasione di ribadire il fatto: la risposta è lineare, ma suona da schifo: perché? Essenzialmente la risposta sta nella fase che presenta rotazioni quasi pari all’angolo giro e lo fa a partire dai 250Hz circa … ecco spiegato come mai si confondono i rumori e come mai i dettagli non si percepiscono.
Il secondo è dedicato alle cuffie.
Partiamo dai pad peggiori: quelli in velluto.
Come possiamo notare la risposta è altamente ballerina un primo avvallamento a 350Hz circa un altro tra i 3900 e i 4500 Hz circa essenzialmente sembra di vedere il disegno di un bambino che vuole rappresentare la montagna. Gli avvallamenti sono il principale indiziato sui buchi musicali e in gaming.
I pad in pelle sono invece ottimi pad da affiancare alle HyperX Cloud II la risposta è più lineare e dettagliata, l’avvallamento attorno ai 4kHz si mantiene ma si ode poco anche se è il principale indiziato per la mancanza di alcuni dettagli.

Questo messaggio può essere visualizzato solo dagli utenti registrati. Registrati cliccando qui.

<span class="_5yl5">[nextpage title="Conclusioni"]</span>

<a href="http://hwready.it/wp-content/uploads/2015/08/DSCN8119.jpg"><img class="aligncenter size-large wp-image-18987" src="http://hwready.it/wp-content/uploads/2015/08/DSCN8119-600x450.jpg" alt="DSCN8119" width="600" height="450" /></a>
Allora ho due domande; la prima è: “Chi è quel genio che ha avuto la pessima idea di mettere i pad di velluto? Avevo già indicato che erano penosi all’uscita delle Cloud I, errare è umano, perseverare è diabolico.”
La seconda è: “Cosa è cambiato dalla prima versione?” essenzialmente nulla … ah già la scheda surround fornita … tra l’altro pessima in ogni occasione.
E per il resto? Per il resto non cambia nulla rimangono molto piacevoli in game, piacevoli con la musica.
Sia ben chiaro tra le gaming le Kingston HyperX Cloud II continuano a figurare tra le migliori sulla piazza per il loro prezzo: materiali resitenti e presenti su cuffie hi-fi di livello anche superiore e suono che va a competere con le migliori cuffie gaming (prodotte guarda caso da chi dell’audio ne fa il suo core businnes).
Un plauso a Kingstone per aver collaborato con una casa che le cuffie le sa fare … ora però vogliamo le HI2050 versione gaming, ma con i pad originali non pad piazzati a caso, e se proprio ci deve essere una scheda audio che sia per lo meno decente.<br /><a class="wordbb-full-post" href="http://hwready.it/audio/18979_18979.html" title="Kingston HyperX Cloud II">Continua a leggere Kingston HyperX Cloud II sul sito!</a>
Trova tutti i messaggi di questo utente


Vai al forum:


Utente(i) che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)

Contattaci | My Site | Torna all'inizio della pagina | Torna al contenuto | Modalità archivio | RSS Syndication