Home / Games / Beat Cop – Recensione

Beat Cop – Recensione

Coclusione

Beat Cop è un titolo che punta a far rivivere al giocatore le serie tv e la cultura anni 80 rendendo protagonista un mondo curato nei dettagli, porta con se molti stereotipi ma ne rompe altrettanti. Il gioco riesce a porre delle domande al giocatore, a fargli esplorare i propri limiti. Elemento portante del gioco è un umorismo sottile apprezzabile che non di rado vi farà sorridere, ma questo porta con sé un problema, il titolo non è doppiato in italiano e quindi per essere goduto appieno necessita di un conoscenza dell’inglese abbastanza approfondita. Una delle poche pecche del gioco è rappresentata dalla storia principale, fin troppo sottotono e poco interessante rispetto a quelle secondarie ma comunque godibile. Al netto di qualche difetto Beat Cop riesce comunque a portare avanti il proprio messaggio, la propria identità rendendolo un buon titolo che riuscirà a farvi ridere, appassionare e fare un salto indietro nel tempo.

PRO
+ Mondo curato
+ umorismo senza frontiere
+ storie secondarie

CONTRO
– No doppiaggio in italiano
– qualche bug 
– quest principale poco profonda

 

I nostri voti:

  • Storia: 8/10
  • Gameplay: 7/10
  • Comparto tecnico: 7/10
  • Complessivo: 8/10

 

 

Indice

Check Also

PhysX, scheda video dedicata? Ne vale pena?

CoclusioneUna delle curiosità che attrae alcuni gamers ciclicamente è la questione relativa a PhysX e …