Home / Games / Call of Duty: Black Ops 4 – Recensione

Call of Duty: Black Ops 4 – Recensione

Conclusioni

Call of Duty: Black Ops 4 si propone quindi come titolo polivalente volto a coprire i gusti della maggiore utenza possibile. Nonostante la scomparsa della modalità singleplayer, il gioco non perde valore e punta tutto quanto sulle modalità multigiocatore.

Con l’aggiunta della Battle Royale cerca di guadagnarsi la fiducia di nuovi giocatori puntando su un target che, al momento, è sulla cresta dell’onda. Gli sforzi per competere con Fortnite e PUBG non saranno indifferenti e confidiamo che la casa di sviluppo saprà stare al passo con le aspettative dei fan sia vecchi che nuovi. La modalità non è niente male, dopo qualche partita di riscaldamento si capisce quasi subito come approcciarsi al gameplay. Blackout, per quanto permetta di giocare insieme a degli sconosciuti, da il meglio di sé quando giocata in squadra con degli amici: non c’è cosa più divertente che assaltare altre squadre a bordo di elicotteri o camion!

La modalità multigiocatore si arricchisce con l’utilizzo degli specialisti che, come detto in precedenza, ci faranno riflettere nel pre-partita su quale “team composition” risulterà essere migliore contro gli avversari; a questo si aggiunge la personalizzazione delle classi che renderà “quasi” unico il nostro approccio alla partita.

La modalità zombie, infine, con le sue tre campagne garantirà il quantitativo sufficiente di ore per i più appassionati che, ovviamente, potranno sbloccare ricompense esclusive per personalizzare i propri personaggi.

Concludendo, Call of Duty: Black Ops 4, è un titolo da provare, potrà farci compagnia per molte ore con le sue modalità ed è sicuramente da apprezzare e degno di nota l’impegno fino ad adesso dimostrato e la voglia del team di sviluppo di affacciarsi su nuovi orizzonti.

 

Indice

Check Also

PhysX, scheda video dedicata? Ne vale pena?

ConclusioniUna delle curiosità che attrae alcuni gamers ciclicamente è la questione relativa a PhysX e …