My title page contents

Final Fantasy XV – Recensione

Un attesa durata 10 lunghi anni, ma che è giunta al termine!

Gameplay

Presentato ormai nel lontano 2006, il gioco inizialmente si basava sul motore proprietario di Square Enix, ovvero il Crystal Tool, ed era conosciuto col nome di Final Fantasy Versus XII per poi scomparire completamente dalla scena e riapparire nel 2012 con un cambio di nome e di engine, adottando il Luminous Engine.

Durante la nostra avventura vestiremo i panni di Noctis, erede al trono del Regno di Lucis, e dei nostri tre amici, che costituiranno il nostro party. In questo nuovo capitolo abbandoneremo completamente i combattimenti a turni, tipici dei precedenti capitoli, a favore dei combattimenti in tempo reale, rendendo il tutto molto più dinamico e fluido. Sfrutteremo completamente l’intera vasta area di combattimento, se saremo stanchi possiamo nasconderci dietro a qualche masso, oppure eseguire una proiezione su di una sporgenza per riprendere salute. Possiamo equipaggiare fino a quattro armi, indipendentemente dalla tipologia, che si differenziano tra spade, lance, armi da fuoco e armi ancestrali, le armi dei re. Noctis può anche teletrasportarsi o spostarsi improvvisamente da una parte all’altra con grande velocità. E’ stato introdotto anche un sistema di magia, che sarà usata soltanto come supporto da lancio, ovvero delle bombe magiche che si differenziano in bombe da fuoco, bombe di terra, bombe di ghiaccio e bombe di fulmine.

   

Il nostro party, oltre che al supporto in combattimento, ci permette di creare delle combo concatenate tra i loro attacchi in modo da aumentare la percentuale di danno. I nostri amici avranno a disposizione un attacco speciale, che varia da personaggio a personaggio a seconda delle loro abilità, e saranno in grado di usare la magia. A differenza di Noctis che può equipaggiare qualsiasi tipo di arma, i suoi compagni potranno utilizzare solo quelle dove sono più portati.

I nostri quattro eroi sono carismatici e tutti hanno un proprio carattere ben definito che ci porta ad affezionarci ad ognuno di loro durante il corso della nostra avventura.

La regione di Eos è estremamente vasta e ricca di cose da fare. Oltre a seguire le quest principali e il filo della trama, che a volte sembra messa li tanto per, abbiamo moltissime missioni secondarie che ci terranno incollati per molte ore allo schermo. Sono presenti anche moltissimi luoghi da esplorare, come ristoranti, punti di interesse, distributori di carburante e città. Nei ristoranti è possibile chiedere informazioni sulla zona circostante, andando a sbloccare parcheggi, rifugi, e altre missioni. Inoltre è possibile anche accettare i contratti di cacciatore che ci consentiranno di guadagnare Guil, la moneta locale, e farci salire di rango in modo da poter sbloccare contratti da cacciatore sempre più complicati e ardui.

 

Per spostarci all’interno della vasta mappa di gioco abbiamo la Regalia, l’auto preferita del defunto re, che possiamo sia far guidare a Ignis o usare come trasporto rapido, a patto di pagare una piccola somma di Guil. La macchina è inoltre completamente personalizzabile e possiamo renderla il più tamarra possibile! Possiamo inoltre spostarci con aerei, navi e addirittura cavalcare animali, cosa che io personalmente preferisco perchè offre la possibilità di esplorare a fondo l’ambiente e scrutare i magnifici orizzonti!

 

Durante le fasi di esplorazione è possibile accamparsi in dei posti prestabiliti oppure riposare nelle roulotte o hotel che troviamo in giro nelle città, il tutto per assimilare i punti esperienza ottenuti e aumentare di livello. Inoltre Ignis ci delizierà con degli ottimi piatti culinari che varieranno a seconda di cosa raccoglieremo, compreremo o pescheremo, e Prompto ci delizierà con le foto scattate durante la giornata che potremo condividere sul nostro profilo Facebook.

Ogni personaggio ha dei talenti che sono rispettivamente per Noctis la pesca, per Prompto la fotografia, per Gladio l’esplorazione e per Ignis la cucina che, man mano che verranno utilizzati, aumenteranno di livello.

Come ogni gioco di ruolo che si rispetti il nostro party sarà completamente personalizzabile, dalle armi agli accessori, che andranno ad aumentare i punti vita, difesa etc. È presente anche un complesso albero per la gestione dei talenti.

10 votes