Home / Recensione / Ubsound Fighter

Ubsound Fighter

Introduzione

DSCN7971

Onestamente parlando non saprei come partire, so che quelli tra voi che mi conoscono di più rimarranno quasi scioccati al vedere che ho scritto la mia prima recensione sulle In-Ear, a tutti voi dico: “Non vi preoccupate non ho perso per strada il mio modello fisico … anzi”

RINGRAZIAMENTI

Come sempre il primo grande ringraziamento va a voi lettori.
Il secondo va invece direttamente ad Ubsound che mi ha permesso di recensire le loro già molto e ben recensite In-Ear.

PREMESSA

Ubsound è un marchio italiano fondato a Milano nel 2011 nato per creare dei prodotti affordable, ma competitivi nella riproduzione della musica.
Uso il termine riproduzione della musica e non Hi-Fi per il semplice motivo che a mio avviso per fregiarsi del termine Hi-Fi bisogna non tanto avere un nome, ma avere un Know-How e una lista di prodotti più completa e tutti per lo più ottimamente suonanti, distinzione che per ora non ero mai stato lì a definirla per bene, ma che ho deciso di inserire d’ora in poi.
Ovviamente l’augurio è che anche Ubsound possa a breve fregiarsi del fatto che crea dispositivi Hi-Fi, magari già con i prossimi dispositivi: cuffie, amplificatore e lettore portatili potremo già elencare Ubsound nel novero dell’Hi-Fi.
Tuttavia la principale premessa che farà comprendere meglio sia il breve discorso qui sopra, sia l’intera recensione è quella di accennare a quella che chi mi conosce, nomina come particolare puntigliosità che non mi permette di apprezzare veramente qualcosa che non abbia un suono che non sia almeno molto simile ad un suono Hi-Fi ovvero un suono completo, dettagliato e preciso: in pratica questo vuol dire tagliar fuori praticamente la quasi totalità di In-Ear ed auricolari.
Avrei potuto scrivere la recensione in pochi giorni, ma sarebbe stata una recensione ingiusta derivate da un periodo di recensioni dedicate all’Hi-Fi e soprattutto all’Hi-End, le Ubsound Fighter sarebbero sbucate come un intruso tra cuffie che costano 10 volte tanto, e se già cuffie Hi-Fi dal costo di 200 euro sfigurano davanti a tali modelli, pensate a delle piccolissime In-Ear da una sessantina di euro.