Home / Recensione / Antec P110 Luce: una piacevole sorpresa. Recensione.

Antec P110 Luce: una piacevole sorpresa. Recensione.

Case in funzione

Il case ha un ottima capacità per quanto riguarda l’archiviazione, con la possibilità di installare molto facilmente quattro dischi da 3.5 pollici e due da 2.5 pollici.

Il frontale del case offre sicuramente tutti gli spazi che un utente esperto possa desiderare, infatti senza troppi problemi possono essere montati due radiatori di dimensioni generose e gli spazi permettono di installare un custom loop completo. Sul retro, dietro il reggi PSU, è possibile gestire i cavi grazie a due robuste clip in plastica ad esso dedicate.

La gestione dei cavi è semplice ed ordinata, con un pò di attenzione si riesce ad ottenere un risultato veramente notevole e pulito. Il case non ha problemi con schede video di grosse dimensioni o con dissipatori a torre molto alti.
Il reggi PSU è sicuramente una chicca che mi augurerei di trovare in ogni case sopra i 50 euro, perchè con poco si fornisce all’utente una features sempre più ricercata.

Mettiamo il vetro e finalmente la nostra build è completa. Il risultato che si ottiene è quello di una build notevolmente pulita ed ordinata, attraverso la paratia si riesce ad ammirare completamente l’hardware. Una cosa che ci piace molto.

Non ci resta che accendere la nostra build e vedere come sono stati gestiti dal produttore i led.
Il controller led RGB è connesso al tasto del pannello frontale e gestisce l’illuminazione del logo Antec sul frontale e del tasto d’accensione oltre a tutto quello che deciderete di collegarci sopra! L’altro logo Antec sul copri PSU rimane bianco.