Home / Recensione / Arctic Z2-3D doppio braccio per schermi. Recensione

Arctic Z2-3D doppio braccio per schermi. Recensione

Bundle e Gallery

La confezione nonostante le dimensioni contenute ha un peso consistente, indice anche di una struttura solida. Sul retro della stessa troviamo tutte le caratteristiche tecniche che accompagnano il prodotto.

Ogni singolo componente è impaccato separatamente e con cura. Troviamo inoltre un codice a barra per le istruzioni online.

Unico componente elettronico in bundle è un HUB USB 3.0 con alimentatore. Questo andrà bloccato alla base del piede ed è sicuramente un must per una questione di pulizia e ordine  generale della vostra scrivania.Fulcro di tutta la struttura è il piede che andrà fissato alla scrivania. Questo è il primo componente che monterete.
Quattro viti bloccano l’HUB alla morsa. Con una manopola fisseremo la stessa al nostro piano di lavoro, Arctic consiglia di appoggiarsi solo su superfici di qualità. Evitando compensato o altri materiali che possano cedere sotto al peso.

Proseguiamo il montaggio avvitando il palo cromato alla base e stringendo l’unica vite presente. Poi inseriremo la biforcazione sulla quale si fisseranno i monitor. Le istruzioni sono semplicissime, vi consiglio di seguirle passo passo.

Ogni singolo braccio è composta da due parti, quella che verrà fissata dietro al monitor e un altra che funge da prolunga e che potete montare opzionalmente. Una volta inseriti i due pezzi, il primo sulla biforcazione e il secondo direttamente sul primo dovrete inserire delle apposite viti con coperchio. Finito questo monterete il supporto Vesa dietro ai monitor. Attaccato il monitor è il momento del cable management. I supporti sono dotati di più ganci e feritoie proprio per gestire al meglio i cavi.