Home / Recensione / ASRock Taichi X299. Recensione

ASRock Taichi X299. Recensione

In Funzione e Test

Configurazione di test.

 

Test.

Cinebench.
Più alto è meglio.

 
Proseguiamo con il benchmark di HWR basato su blender.

Più basso è meglio.

Passiamo a Wprime 1024.

Più basso è meglio.

Aida Suite.

Più alto è meglio.

 
CPU-Z Benchmark.

Più alto è meglio.

Overclock.
La scheda madre vanta la bellezza di ben 12 + 1 fasi di alimentazione. La capacità di queste fasi totalmente digitali è più che sufficiente per overcloccare CPU di questo calibro. Nei test che noi faremo abbiamo optato per un 7900x, 10 core capace di consumare di picco ed in overclock anche 300w! La scheda madre si affida ad un controller PWM ISL69138.

Come avrete sicuramente notato anche la parte dedicata all’overclock delle RAM è perfettamente curata. Il produttore infatti afferma di poter supportare frequenze fino a 4400mhz! Questo grazie ad un PCB studiato per dare il massimo, rendendo i segnali stabili e potenza costante.

In tanti parlavano di temperature VRM fuori dal mondo, anche in overclock la scheda non ha superato i 90 gradi sulle fasi di alimentazione. Considerando l’assorbimento della CPU una temperatura che certamente può starci.

Per un overclock da uso giornaliero la Taichi riesce a garantirci i 4.7ghz con 1.23 di voltaggio. Con 1.27 siamo riusciti a fare benchmark anche a 4.8ghz. Impressionanti per un 10 core!