Home / Recensione / ASUS ROG STRIX X470-F Gaming. Recensione

ASUS ROG STRIX X470-F Gaming. Recensione

Gallery

Appena estratta dalla sua confezione la cosa che viene per prima spontanea è fermarsi ad osservarla. Stilisticamente parlando parliamo di una delle più belle schede madri per Ryzen in commercio secondo il nostro punto di vista. L’illuminazione non eccede, nota sicuramente positiva, si parla di una scheda madre non di un albero di natale! Troviamo quattro alloggi Dimm per RAM DDR4 con velocità fino a 3466 Mhz. Un unico connettore da 8 pin si occupa di fornire alimentazione alla CPU. Il produttore ha previsto il doppio connettore per le ventole della CPU appena accanto al dissipatore delle fasi d’alimentazione. Sono presenti in tutto tre connettori per led, cosi da poterli controllare strip led direttamente con il software proprietario.

La zona d’espansione PCI ospita un grande dissipatore suddiviso in tre pezzi differenti. Troviamo quello direttamente a contatto con l’eventuale periferica M.2, uno che funge da giunzione e l’altro a contatto con il chipset. Le due porte PCI-E 16x sono con scocca in metallo per evitare di flettere sotto le pesanti GPU custom. Troviamo porti altre tre porte PCI-E 1x e una 16x. Appena sotto al dissipatore troviamo una seconda porta M.2, questo con le CPU Ryzen supporta periferiche PCI-E 2x, mentre il primo supporta quelle 4x. Sono presenti 6 porte sata 3 e l’audio è affidata alla SupremeFX 8-Channel High Definition Audio CODEC S1220A, con PCB separato per evitare interferenze.

Connettività.

La connettività comprende:

1 x PS/2 keyboard/mouse combo port(s)
1 x DisplayPort
1 x HDMI
2 x USB 3.1 Gen 2 Type-A,
6 x USB 3.1 Gen 1
1 x Optical S/PDIF out
5 x Audio jack(s)
Anti-surge LAN (RJ45) port

Oltre ad una bellissima cover.

La scheda a nudo.

In queste foto troverete qualche dettaglio sui dissipatori che ASUS ha montato su questa sua proposta.

La scheda in funzione.