Home / Recensione / Asus ROG STRIX Z370-I GAMING. Recensione

Asus ROG STRIX Z370-I GAMING. Recensione

Specifiche Tecniche

Oggi finalmente proveremo una delle nuove piattaforme intel, quelle con socket 1151 capaci di montare le nuove CPU serie otto. A finire sotto la nostra batteria di test è la Asus ROG STRIX Z370-I GAMING, una scheda madre di formato ITX di fascia alta.

Asus da sempre ci ha abituati a prodotti d’eccellenza soprattutto per quanto riguarda quelli di formato ITX. La nuova strix ricorda tantissimo il modello serie Z270. Come vedremo nelle nostre prove il prodotto vanta una connettività ottima, con ben due porte M2!

 


La confezione mette in bella mostra la scheda madre e il simbolo ROG, questo negli anni è diventato sinonimo di qualità e prestazioni.

Sul retro troviamo le molteplici caratteristiche tecniche che accompagnano il prodotto. Che come vedremo, nonostante la compattezza, sono veramente tante.

La scheda madre è racchiusa in un altra scatola, separata dal restante bundle. Anche questo molto folto. Troviamo libretti di istruzione, adesivi, cavi sata, antenna wifi, fascette per il cable management e le varie viti per fissare gli M2.

Scopriamo la nostra piccola ITX,  tre grandi dissipatori di colore grigio predominano la scena. Come vedremo durante la nostra recensione quelli sulla parte superiore sono dedicati alla dissipazione delle fasi di alimentazione, mentre quello in basso con il simbolo ROG ha la doppia funzione di dissipare la periferica M2 sata e dissipare il chipset. La PCI-E è rinforzata con alluminio, cosi da renderla molto più solida.

Il reparto audio è affidato alla SupremeFX S1220A con Sonic Studio III , con un rapporto segnale rumore di ben 113 dB!La scheda madre è fornita di quattro porte sata 3.0 e solo due slot per memorie RAM.Sono due i dissipatori dedicati alla dissipazione delle fasi di alimentazione della scheda madre. Questa è fornita di connettore da 8 pin per l’alimentazione della CPU.

La scheda ha veramente tante porte a disposizione, troviamo HD audio a 7.1 canali con uscita ottica, le due antenne per il wi-fi integrato di cui parleremo a breve. 4 porte USB 3.0, 4 porte USB 2.0, porta LAN e uscite video HDMI e DP, con supporto per il 4k 60hz per quest’ultima.

Anche il retro di questa piccola ITX ha in serbo per noi una piccola sorpresa, un ulteriore connettore M2. Cosi da poter utilizzare il connettore frontale per un Optane o un M2 Nvme e quello sul retro per M2 con velocità sata per Storage.

Il supporto M2 come dicevamo in precedenza è stato studiato alla perfezione dal produttore, esso infatti ha partorito il dissipatore in modo tale che potesse sia dissipare il chip che la nostra periferica di archiviazione!

La scheda madre vanta un modulo integrato per la connettività Wi-Fi ASUS 2×2 Wi-Fi 802.11 a/b/g/n/ac e Bluetooth v4.2, cosi da garantire un ottima connettività anche grazie alla grande antenna fornita in dotazione. Il modulo gestisce la connettività 2.4 e 5 GHZ cosi da garantire tutta la velocità necessaria fino a 867 Mbit/s.

Asus ha da sempre dotato i suoi prodotti di ottimi software, anche con la nuova serie Z370 sono molti i programmi in dotazione. Ne vedremo alcuni.

Con il software Aura è possibile una gestione totale dell’illuminazione della scheda madre, di una scheda video compatibile e di una strip led.

Altro programma molto interessante è Ramcache II. Qui troverete tante info su come sfruttarlo. GameFirst IV ci permette un controllo avanzato delle applicazioni che utilizzano internet. Differenziando la connessione via LAN con quella via wireless.

Grazie a Dual Intelligent Processor 5 è possibile gestire al meglio tutte le impostazioni principali riguardando la CPU, la gestione della ventole e quella dell’Alimentazione.

Il programma ci offre la possibilità di eseguire overclock direttamente da windows anche se consigliamo sempre di utilizzare il bios.

Gli appassionati di overclock sicuramente saranno affezionati al bios ASUS per completezza e stabilità in tutte le occasioni. Nella Easy mode vengono esposte tutte le maggiori caratteristiche del sistema.

Cliccando su F7 è possibile accedere al bios avanzato. Prima operazione da fare è aggiornare all’ultima versione, per maggiore compatibilità con RAM e stabilità in OC.AI Tweker ci permette una gestione completa del Clock di cache, CPU e Ram.Semplice la gestione dei voltaggi, gestibile in manuale.Come prima cosa settate sempre XMP per gestire al meglio le vostre RAM.

La scheda madre ha un sistema di overclock automatico, esso spinge la CPU a 5ghz, ma non significa che questo sia stabile, per questo e come sempre preferisco affidarmi alla mia esperienza. Piena è la gestione del reparto di alimentazione della CPU.In Advance avete accesso a tutte le altre impostazioni della scheda madre.In Monitor è possibile tenere sotto controllo le temperature e i voltaggi.Oltre alla possibilità di gestire le ventole.In boot è semplice impostare la priorità dei vari dischi.In Tool troviamo altre fondamentali funzioni come quella per aggiornare il bios, poter gestire i profili di overclock e il Secure erase.In exit potete salvare le vostre modifiche o ripristinare le impostazioni.

Test.

Cinebench.
Più alto è meglio.

Proseguiamo con il benchmark di HWR basato su blender.

Più basso è meglio.

Passiamo a Wprime 1024.

Più basso è meglio.

Aida Suite.

Più alto è meglio.

CPU-Z Benchmark.

Più alto è meglio.

Overclock.

Cosa può fare questa scheda madre in Overclock? Beh sicuramente si parte con tutti i presupposti per fare bene. 8+1 fase di alimentazione dedicate a CPU e RAM. Per quanto riguarda queste ultime la velocità massima dichiarato è di ben 4333 MZH! Una velocità incredibile e raggiunta dal grande lavoro del produttore fatto sul PCB, grazie all’ASUS OptiMem si riesce ad avere un ottima stabilità del segnale, quindi più stabilità generale e più margini di Overclock. Per quanto riguarda l’overclock della CPU grazie al controller e alle fasi VRM DIGI+ è assicurato!

Oltre i 5 Ghz facili e per tutti.

Con 1.33v sul core è stato semplicissimo portare il nostro 8600k a 5100 Mhz stabili su tutti e sei i core!
Mentre tutti gli altri test sono stati svolti a 5 Ghz con 1.3 V.

Siamo giunti al termine della nostra recensione, la Asus ROG STRIX Z370-I GAMING è sicuramente un piccolo gioiello, la scheda che se puntate ad una Build ITX con tante possibilità di overclock  dovrete sicuramente considerare. Tante le features rivolte al video giocatore, ottima la dotazione software e le capacità di overclock.

Asus ha pensato a tutto, dalla dissipazione alla connettività Wi-Fi senza lasciare nulla al caso. Nonostante le dimensioni molto ridotte di sicuro non vi farà rimpiangere schede madri di formato ITX. Per concludere, visto che il mercato porta più verso questa cosa, è doveroso citare l’illuminazione AURA Sync che permette di gestire l’illuminazione della scheda madre e una striscia led. Sicuramente il fattore estetico per molte build è fondamentale, ma quando all’estetica si aggiunge la qualità tutto ha maggiore senso!

La scheda madre ci ha pienamente soddisfatti in tutte le nostre prove e per tutte le sue caratteristiche.

Divertentissimo l’overclock soprattutto se pensiamo alle dimensioni del prodotto, spingere CPU oltre i 5 Ghz pare essere ormai alla portata di tutti.

Indice