Home / Recensione / Asus Strix GTX 1050 Ti Recensione

Asus Strix GTX 1050 Ti Recensione

Reparto alimentazione e PCB

Levando solo quattro semplici viti è possibile accedere al PCB della scheda.

Il dissipatore è fornito di due grandi heatpipe con base in rame direttamente a contatto con la GPU. Essi permettono al calore di essere distribuito su tutta la superficie in rame ed essere cosi dissipato in modo più veloce.

Scatto del PCB.

Troviamo quattro moduli di Vram da 1gb con velocità effettiva di 7000 Mhz.

Il reparto di alimentazione è formato da cinque fasi, quattro dedicate alla GPU e una dedicata alle memorie. Più che sufficienti per spingere oltre i 2000 Mhz questa VGA.

Un unico connettore da 6 pin è dedicato all’alimentazione della scheda video. Sulla sinistra è predisposto e ben visibile un connettore per ventole che consente all’utente di utilizzare una ventola aggiuntiva in sincrono con quelle presenti sulla VGA e ottimizzare ancora di più la dissipazione del calore.

Dei pad temici permettono lo scambio termico tra il backplate e le zone calde sul PCB. Questi sono l’unica fonte di raffreddamento a contatto di VRM e memorie, mentre il resto del raffreddamento è affidato alle ventole. Comunque visto il TDP in dotazione di questa VGA il problema surriscaldamento proprio non esiste.

Check Also

PhysX, scheda video dedicata? Ne vale pena?

Reparto alimentazione e PCBUna delle curiosità che attrae alcuni gamers ciclicamente è la questione relativa …