Home / Recensione / Asus Strix Radeon RX 460 – Recensione

Asus Strix Radeon RX 460 – Recensione

Bundle e Confezione

Iniziamo con l’analisi della confezione in cui è contenuta la Strix Radeon RX 460.

_dsc0254

La scatola  di cartone ha come sfondo il colore nero. Sul frontale è stampata un’immagine della scheda, la scritta Strix posta in diagonale e stilizzata e nella parte in basso a destra, in evidenza, possono essere facilmente letti il modello, la serie e il quantitativo di video Ram del prodotto.

Sia lateralmente, sia nella parte inferiore e superiore, troviamo ancora una volta la scritta Strix, il modello e la serie con il quantitativo di video Ram della scheda.

_dsc0258 _dsc0257

Posteriormente, sono state inserite foto di particolari e tutte le caratteristiche principali e più importanti della scheda video.

_dsc0262

Una volta aperta la confezione troviamo la scheda incastonata e bloccata tra varie sagome di cartone che servono ad evitare danneggiamenti accidentali. Nel sample fornitoci non vi è la busta elettrostatica di protezione con cui è consuetudine trovare avvolto il prodotto.

_dsc0267

Sotto la VGA, rimossi i cartoni protettivi, troviamo il bundle in dotazione, che come consuetudine ormai nelle confezioni di schede video è composto dall’essenziale; Il CD dei driver, un libretto di istruzioni, due sticker da applicare alla scocca del dissipatore, un buono sconto per un gioco e due fascette per il cablaggio.

_dsc0269

Check Also

PhysX, scheda video dedicata? Ne vale pena?

Bundle e ConfezioneUna delle curiosità che attrae alcuni gamers ciclicamente è la questione relativa a …