Home / Recensione / Asus Transformer Book Flip: TP300LD

Asus Transformer Book Flip: TP300LD

Funzione Touchscreen e Schermo

Come abbiamo detto in precedenza, il Notebook Transformer Flip TP 300LD gode delle funzioni Touchscreen di un vero e proprio Tablet, potendo ruotare lo schermo di 360°, così da ritrovarci lo schermo isolato dalla tastiera e dal trackpad, rendendoli un tuttuno molto piacevole e innovativo.
IMG_20150911_183509IMG_20150911_182917

Questa funzione è molto utile sopratutto in viaggio, o comunque quando la possibilità di appoggiare il dispositivo su una superficie piana non è garantita.
La risposta del Touchscreen è ai massimi livelli, proprio come su di uno Smartphone top gamma come iPhone o S6 Edge+, rendendo l’esperienza molto gradevole e mai frustrante, senza sbavature. Inoltre lo schermo, alla pressione, rilascia un feedback visivo che ci fa immediatamente capire dove il nostro polpastrello è andato a premere, permettendoci di familiarizzare con la risposta dell’Hardware e di adattarci ad esso.
Ad essere sinceri, è una particolarità che ci è piaciuta molto, e di cui difficilmente faremo a meno nella scelta del nostro prossimo Laptop.

Questa versione del TP 300L series monta un pannello HD in 1366x768p da 13.3″, una risoluzione adeguata all’uso giornaliero del dispositivo, che non stanca l’occhio ma che, allo stesso tempo, non strabilia per la qualità, sebbene il contrasto statico ed i colori siano soddisfacenti. La brillantezza è sufficiente per garantirci una visione chiara nelle ore del giorno, ma la qualità visiva non è certo il punto forte del Flip di casa Asus, che si trova decisamente in svantaggio rispetto ai FHD montati da una buona parte della concorrenza.
Qui un confronto con il PLS Asus PB278Q. Come è facile notare, siamo ancora lontani da un buon pannello.
IMG_20150912_001539

Indice