Home / Recensione / Asus Zenfone 3 Max – Recensione

Asus Zenfone 3 Max – Recensione

Parte telefonica e sensori

Zenfone 3 Max, è un telefono dotato di due slot sim, una per micro sim e una per nano sim (se si utilizza la nano sim non può essere usato lo slot di espansione SD),  quad band (850/900/1800/1900) è in grado di connettersi a ogni rete, dal GPRS fino al LTE, con una velocità di download massimo di 150 Mbps, e di 50 Mbps di upload.

La ricezione del telefono è di buona portata, riesce a rimanere connesso alla rete, anche in punti dove altri telefoni di pari gamma non riescono. Molto valido l’audio della capsula auricolare con un suono bello potente e chiaro, così come anche utilizzato in viva voce la resa vocale resta di buona qualità. Buono anche il livello del microfono che permette a chi dall’altra parte ci ascolta di sentire in modo chiaro e preciso.

Presente un modulo Wi-Fi 802.11 b/g/n/ con una buona portata, bluetooth in versione 4.0 con EDR e il sensore GPS di tipo A-GPS, in grado di rilevare la nostra posizione quasi istantaneamente.

Sul fronte del display si  trovano i sensori per la luminosità e il led di stato che ci indica le notifiche ed il sensore da 5MPx. Troviamo anche una porta micro USB per la ricarica del cellulare e per il trasferimento dei dati.

Sul retro del telefono, appena sotto la fotocamera, è posizionato il sensore per le impronte digitali. Esso è in grado di riconoscere fine a 5 impronte diverse e svolge la funzione di riconoscimento  in un massimo di 0.3 secondi!

img_1882 img_1864

Indice