Home / Recensione / DeepCool Gammaxx L240 V2. Recensione

DeepCool Gammaxx L240 V2. Recensione

Gallery

Il sistema è equipaggiato completamente con led da 12V, il produttore ha adattato l’illuminazione della pompa e delle due ventole in modo tale che un unico cavo andrà sulla scheda madre. La pompa utilizzata è a forma circolare e consuma 2.4w, che significa anche riscaldare poco. La velocità di rotazione massima è di 2400 RPM±10% con una rumorosità contenuta in soli 17.8 dBa. I cuscinetti assiali sono in ceramica e uniti con le boccole assiali garantiscono una durata lunga di questo fondamentale componente. Non meno importante la piastra in rame, fondamentale per un ottimo scambio termico!

Il radiatore dalle forme molto quadrate ha vicino all’aggancio dei tubi il sistema Anti-Leak di cui parlavamo in prima pagina, un estrema sicurezza per l’utente. Il sistema utilizzato per le lamelle è quello con i micro canali a forma di E, cosi da aumentare la zona di contatto e migliorare le prestazioni dissipanti di tutto il prodotto.

Passiamo alle ventole 12v PWM con illuminazione RGB anche essa a 12V. Parliamo delle prestazioni a livello velocistico queste ventole raggiungono i 500-1800 RPM ± 10%, regime di rotazione che evita che diventino rumorose. Il rumore infatti rimane sotto i ≤30 dBa. Altro fondamentale dato da tenere ben a mente quando si osservano le ventole dedicate ai radiatori  sono i CFM che raggiungono i 69,34 CFM mentre la pressione statica raggiunge i 2,42 mmq. Come potete osservare le ventole hanno tre connettori, ma solo due cavi, uno è il 4 Pin PWM d’alimentazione, gli altri in realtà non sono altro che un maschio e una femmina per collegare l’illuminazione RGB. Collegherete infatti la pompa sulla prima ventola, la prima ventola sulla seconda e quest’ultima direttamente sulla scheda madre grazie ad un altro cavo fornito in bundle.

Indice