Home / Recensione / Filamento PLA GIANTARM, una bella scoperta.

Filamento PLA GIANTARM, una bella scoperta.

Salve ragazzi, oggi proveremo per voi il filamento GIANTARM di colore grigio. Ringraziamo il PR per averci fornito la bobina di prova. Andiamo a noi con le cose importanti, il filamento arriva sottovuoto e custodito da un confezione in cartone. Come sappiamo uno dei fattori fondamentali per il PLA è l’impaccamento e soprattutto il sottovuoto, se quest’ultimo non è di qualità la bobina tenderà ad assorbire umidità perdendo di qualità e quindi facendo peggiorare la qualità finale della stampa. In questo caso posso assicurarvi che nonostante abbia un pò maltrattato la plastica questa non ha permesso all’aria di entrare.

GIANTARM vanta una grossa proposta di filamenti sia normali che Silk, quindi potete trovare sicuramente il colore che fa per voi se passate da questo LINK.

Il filamento che abbiamo provato noi è precisamente questo QUI, e abbiamo optato per la variante grigia.

La colorazione è di un grigio abbastanza chiaro, le temperature indicate dal produttore per essere utilizzato viaggiano tra i 190 e 220, vi diremo che abbiamo agito noi.
Ma partiamo da qualche foto.

 

Le stampe sono state affidate alla cura di una Predator con ugello 0.5, l’utilizzo di un ugello di grandi dimensioni porta con se la necessità di alzare le temperature in modo tale di ottenere uno scioglimento ideale del filamento. In questo caso però possiamo affermare che 220 gradi sono stati più che sufficienti per ottenere una buona stampa. Come stampe di prova con risoluzione di stampa a 0.2 abbiamo utilizzato per cominciare il classico cubetto XYZ.

Stampare oggetti estremamente piccoli con ugelli di dimensioni superiori a 0.4 porta con se alcune problematiche, il filamento però risulta essere estremamente preciso, con aderenza perfetta.

Il filamento ci ha offerto un primo layer sempre perfetto e con estrema aderenza al piano, anche un solo strato acquisisce una buona aderenza di linee tanto da creare un foglio di PLA.

Anche questa stampa non è più alta di 10 centimetri e realizzata senza supporti, ma il risultato finale è pressochè ottimo lato qualità del materiale ( ricordate che stiamo usando un Ugello da 0.5! ). Il colore finale del filamento ha anche una buona lucentezza che male non fa.


Incuriositi dalla qualità delle prime stampe ci siamo lanciati in una stampa da ben 27 ore totali, senza nessun supporto! Potete quindi apprezzare la qualità degli archi perfettamente riusciti a 220 gradi.

Aggiungiamo le altre due parti di dimensioni minori ma comunque uscite egregiamente.

E otteniamo il nostro castello!

Il risultato finale senza supporti e senza post produzione è veramente lodevole!Le temperature.

Come dicevamo con la Predator la temperatura utilizzata è stata di 220 gradi. Sulla MK3S Prusa invece il filamento si estrude perfettamente già a 200 gradi senza striature o filamenti vari.

Inoltre dalle nostre prove i colori acrilici aderiscono abbastanza bene anche senza primer, con l’aggiunta di questo poi l’aderenza è perfetta.

Conclusione.

Siamo pienamente soddisfatti di questo filamento, avevamo provato il bianco che scegliamo ancora tutt’ora per le nostre opere e sicuramente sceglieremo il grigio d’ora in avanti.

Filamento consigliato.

Check Also

PhysX, scheda video dedicata? Ne vale pena?

Una delle curiosità che attrae alcuni gamers ciclicamente è la questione relativa a PhysX e …