Home / Recensione / Gammec Stealth e Shark headset. Cortek Ultra Bluetooth e Ovboost Spring. Recensione

Gammec Stealth e Shark headset. Cortek Ultra Bluetooth e Ovboost Spring. Recensione

Galleria fotografica

Gammec Stealth.

Cominciamo con le Stealth, cuffie con i padiglioni illuminati in modo RGB e con supporto per il 5.1 virtuale. Le frequenze di funzionamento delle stesse sono tra i 20 e 20000hz, garantendo una buona copertura del suono.

Il cavo è in plastica e molto robusto e lungo, l’audio funziona attraverso due jack audio, uno per il microfono e uno per le cuffie. Per l’illuminazione RGB invece è previsto una porta USB, cosi da fornire la giusta energia ai led.

Il cerchietto è composto da due parti metalliche e da una parte in plastica che si adatta alla testa di chi le indossa. Il microfono si trova dentro una piccola protuberanza sulla cuffia sinistra, li dove si trova anche la rotella del volume. I padiglioni sono in morbida simil pelle, molto comode da  indossare e soprattutto sono anche molto leggere.

L’illuminazione RGB non è controllabile. Ed è ciclica con una buona intensità luminosa.

Shark headset.

Andiamo alle shark, prodotto sicuramente di fascia più bassa del precedente, totalmente in plastica. Troviamo Una confezione a vista, con una parte del prodotto a vista.

Questo prodotto vanta un piccolo controller che permette di disattivare il microfono e la gestione del volume. La cuffia vanta un jack audio e microfono e una USB per l’illuminazione.

Queste cuffie hanno un cerchietto in plastica che sia adatta alle dimensioni della testa che la indossa. Sia il cerchietto sia i padiglioni sono in morbida simil pelle, queste le rendono comodo ed essendo anche leggere non è un problema indossarle per periodi di tempo abbastanza lunghi. Il microfono è formato da una astina regolabile.

Le cuffie presentano dei led rossi su entrambi i padiglioni.

Cortek Ultra Bluetooth.

Passiamo ad un prodotto differente e progettato per un altro uso, una cuffia con tecnologia bluetooth e dal bel design capace di adattarsi a tutti gli usi. Un buon compagno in mobilità.

Sulle cuffie troviamo due tasti dedicati al volume e uno per l’accensione. Troviamo in oltre un connettore micro usb per ricaricare la batteria. L’autonomia della batteria varia a seconda del volume, con un volume leggermente sotto il massimo la durata è di circa 7 ore.

I padiglioni sono in morbida simil pelle e il prodotto è molto leggero. Lo stile e il design è molto bello da vedere quindi le ultra si rendono capaci di adattarsi a qualsiasi ambiente.

A renderle particolarmente portatili è la possibilità di ripiegarle e di trasportarle in una borsa senza troppi problemi.

Ovboost Spring.

Un altro prodotto differente sono le Ovboost, cuffie progettate per l’uso sportivo. Esse infatti sono delle cuffie in ear legate da un laccetto progettate per un uso intenso.

Il prodotto è accompagnato da una serie di padiglioni sostitutivi di diverse grandezze e il cavo per ricaricare le batterie. Le batterie hanno una durata di massimo 4 ore, tempo più che sufficiente per un allenamento. Queste sono collegate tra loro attraverso un semplice laccetto che permette di appenderle al collo, e soprattutto di non perderle.

La sostituzione dei vari pad è semplice ed immediata, utile per adattarle al meglio ad ogni tipo di orecchio.

Check Also

Sennheiser GSP350: una cuffia all in one.

CRITICA A WORDPRESS Prima di lanciarci nella recensione credo sia giusto scusarmi con tutti i …