Home / Recensione / GTX 980 Ti Nvidia Recensione

GTX 980 Ti Nvidia Recensione

Specifiche tecniche e Tecnologie

La versione del GM200 montata sulla GTX 980 TI è stata privata di due SMM da 128 cuda cores, “riducendo” il totale a 2816 cuda cores attivi rispetto i 3072 attivi sulla TITAN X. Le schede comunque vengono rilasciate da Nvidia alle medesime frequenze, 1000mhz base clock e 1076 boost.
L’azienda di Santa Clara, nonostante la perdita dell’ 8% delle risorse, afferma che il distacco nei giochi è inferiore.


IMG_0004

Per quanto riguarda le memorie,Nvidia ha fornito la GTX 980 Ti di ben 6GB di Memoria GDDR5 a 7,0GHs. La dotazione è quella che ci aspettavamo per una scheda dedicata al Gaming in 4k e al Surround di schermi a 1440p.

IMG_0018

gm200-block-diagram-for-980ti-500686aadc63412f4632062f4499fff75

Qui la scheda Tecnica completa della scheda.

ggg

SMX

Nvidia vanta un aumento del 40% di prestazioni per ogni CC, inoltre il lavoro svolto sul controller di memoria che opera attraverso una nuova tecnica di compressione, permette un incremento di bandwidth che varia tra il 20/30% a seconda del motore grafico utilizzato; introdotto anche il NVENC encode che supporta lo standard encoding H.265 capace di gestire flussi 4k a 60hz.

Ecco alcune novità sulle Tecnologie Nvidia introdotte con questa Architettura.

NVIDIA-Maxwell-GM204-Power-Efficiency2

nvidia-maxwell-performance-kepler
VXGI – Voxel Global Illumination
Un’illuminazione realistica è tra i problemi più complessi da gestire nella grafica in real-time. La simulazione dell’illuminazione sia diretta che indiretta, così come i riflessi nelle scene dinamiche, erano finora compiti fuori portata per le GPU per il gaming. Gli sviluppatori di giochi dovevano, quindi, ricorrere a particolari trucchi a livello di illuminazione per non compromettere il realismo delle scene.
Maxwell supera questi limiti, riuscendo a modellare sia la luce diretta che indiretta, grazie a VXGI, una nuova tecnica NVIDIA che riproduce accuratamente l’illuminazione indiretta, inclusa l’illuminazione diffusa, quella speculare e i riflessi.
VXGI è stata aggiunta a NVIDIA GameWorks™, le librerie di grafica per il gioco più avanzate al mondo, in modo che gli sviluppatori possano realizzare i giochi futuri in ambienti dinamici con un’illuminazione naturale e incredibilmente realistica. VXGI è stata già integrata in noti engine come Unreal Engine 4 e sarà a disposizione degli sviluppatori nel corso dell’anno.
“Nel mercato del gaming eravamo alla ricerca di un’illuminazione più dinamica e realistica e VXGI consente un importante passo avanti su questa strada.”, ha dichiarato Halldor Fannar, Chief Technology Officer di CCP Games. “Offrendo un’illuminazione dinamica indiretta in tempo reale, VXGI rappresenta un vero avanzamento generazionale.”

MFAA – Multi-Frame Sampled Anti-Aliasing
Gli ingegneri NVIDIA hanno consentito alle GTX 980 e 970 di compiere un salto in termini di performance grazie a una nuova tecnica denominata “multi-frame sampled anti-aliasing”, che fa leva sulle nuove capacità delle GPU Maxwell.
MFAA modifica gli “anti-aliasing sample pattern” sia nei singoli fotogrammi che tra fotogrammi multipli. Utilizza un filtro sviluppato recentemente per produrre la miglior qualità d’immagine e lo fa altrettanto velocemente dell’anti-aliasing convenzionale. Ai giocatori MFAA assicura maggiore velocità pur mantenendo elevati livelli di qualità d’immagine.

DSR – Dynamic Super Resolution
Le GPU GeForce GTX 980 e GTX 970 offrono una maggiore fedeltà nell’esperienza di gioco anche a quelli che giocano con display standard 1080p. Con la tecnologia Dynamic Super Resolution di Maxwell, i giochi possono essere renderizzati a 4K o altre risoluzioni high-end e poi scalati fino alla risoluzione nativa sul display utilizzando un 13-tap Gaussian filter. L’immagine che ne risulta è di qualità molto più elevata rispetto a quella ottenibile con il rendering diretto a 1080p.
DSR viene automaticamente abilitata attraverso GeForce Experience™, un’applicazione NVIDIA che ottimizza in automatico i settaggi di gioco, scarica gli ultimi driver e consente lo streaming e l’in-game action capture. I giocatori possono abilitare DSR e accedere al gaming ad alta fedeltà con un solo click, senza dover upgradare il monitor.

VR Direct
Per assicurare una realtà virtuale davvero immersiva, i giochi necessitano di frame rate elevati e basse latenze. La tecnologia VR Direct integra diverse nuove funzionalità che aumentano le performance, diminuiscono le latenze e aumentano la compatibilità con i visori VR. Tra queste funzionalità si segnalano:
• VR SLI, che offre maggiori performance con la realtà virtuale, dove ciascuna GPU può essere assegnata a uno specifico occhio per renderizzare più velocemente le immagini stereo.
• Asynchronous Warpcuts, che dimezza le latenze e adegua rapidamente le immagini quando i giocatori muovono la testa, senza dover re-renderizzare nuovi frame.
• Auto Stereo, che migliora la compatibilità di gioco per i dispositivi VR, come ad esempio Oculus Rift, e consente agli utilizzatori di giocare con visori che non erano stati originariamente progettati per la VR.

Check Also

PhysX, scheda video dedicata? Ne vale pena?

Specifiche tecniche e TecnologieUna delle curiosità che attrae alcuni gamers ciclicamente è la questione relativa …