Home / Recensione / Intel I9-9900K: Il re delle CPU consumers. Recensione

Intel I9-9900K: Il re delle CPU consumers. Recensione

Introduzione

Il mondo delle CPU ci sta regalando una serie di scontri da parte dei due colossi produttori di processori, da un lato abbiamo AMD che dopo un lungo tempo di inattività ha lanciato la serie Ryzen, dall’altro intel che con la serie Core ci propone la prima CPU sulla fascia consumers con 8 core. Segno sicuramente di una bella battaglia che non può che far piacere a noi consumatori e al mondo della tecnologia in generale. Parliamo un attimo di questa serie 9 che parte con tre CPU differenti, abbiamo l’i9 9900K che recensiremo, una CPU che si presenta come CPU consumers più potente sulla carta del 2018 fornita di 8 core e 16 thread. Abbiamo subito dopo l’i7 9700k con 8 core, ma senza HT, ed è la prima volta che una CPU della serie i7 non lo possiede. Per poi concludere con l’i5 9600k, fornito di 6 core. Queste tre CPU sono con architettura Coffee lake a 14 nm++, montano la GPU UHD Graphics 630 e supportano memorie da 2666 mhz in dual channel.

Concentriamoci sulla CPU che oggi recensiremo.

Il 9900k porta con se un ulteriore aumento di core rispetto ai 6 core del i7 8700k, ex top di marca intel sulla fascia consumers, ed è la seconda volta che per due generazioni avviene questa cosa, dopo tantissime CPU quad core. Inoltre rispetto all’i7  il boost sui core è parecchio più alto, quindi porta un vantaggio su tutta la linea a prescindere di quanti core effettivamente vengano utilizzati.

La differenza di clock rende la nostra CPU più performante a tutti i livelli, garantendo un boost sia nei giochi sia a livello di produttività.

Ad oggi nel mondo dei video giochi troviamo proposte che sfruttano perfettamente il multi core, permettendo alle CPU intel e AMD di competere più da vicino e altri motori grafici che prediligono l’utilizzo di meno core. In questo caso intel mantiene un vantaggio. Questo è più visibile quando cominciamo ad avere schede grafiche che macinano molti frame rispetto alla risoluzione a cui sono impostate, quindi se avete in mente di farvi una fiammante RTX 2080ti e di usarla a 1440p 165hz sicuramente è la CPU che fa per voi, insieme al 9700k.

Il TDP dichiarato a questo giro è di 95w, intel però consiglia una soluzione di raffreddamento da 130w. Nei nostri test abbiamo utilizzato un Kraken X72 che ha reso possibile anche un ottimo overclock a 5100 Mhz con AVX a 4800 Mhz. Finalmente in questa generazione troviamo la cara e vecchia “saldatura” che permette uno scambio termico più efficace con il DIE, e quindi anche un overclock più semplice.

Il nostro video.