Home / Recensione / Intel Performance Maximizer. Quando all’overclock ci pensa un software. Scopriamolo

Intel Performance Maximizer. Quando all’overclock ci pensa un software. Scopriamolo

Da ieri è scaduto l’embargo su un interessante novità introdotta da intel, un software molto particolare chiamato Intel Performance Maximizer! Questo programma, che pesa circa 3 Gb download  QUI offre la possibilità di overcloccare totalmente in automatico la propria CPU serie 9. 

Passi preliminari:

  • Aggiornare il bios della scheda madre
  • Avere uno spazio di almeno 16gb per una partizione che occuperà interamente il programma
  • Avere a disposizione almeno 30-60 minuti

Attenzione il programma è compatibile solo con schede madri Z390 e con le seguenti CPU:

Altra cosa che vi consigliamo, se siete amanti dell’overclock, è di aderire al piano di protezione della CPU da danni causati da tale pratica. Il servizio è a pagamento ma può evitarvi diverse rogne. Lo trovate QUI.

ATTENZIONE: il benchmark che state per vedere è un esempio veramente molto particolare che tutto fa tranne che darvi l’idea reale di come cambierebbe la vostra vita tra l’uno e l’altro overclock. In uso normale, gaming, web e produttività la differenza risulterebbe in pratica impercettibile, con l’unica differenza che l’overclock effettuato manualmente necessita di praticità, conoscenze e tempo, quello effettuato dal programma invece è automatico, vi garantisce una stabilità al 100% e rispetta sicuramente le specifiche intel.

Importante: La riuscita e la capacità di overclock dipenderanno dal vostro sistema di dissipazione.
Un overclock studiato da noi, che pratichiamo tale sport da almeno 15 anni, piazza la nostra CPU a 5100 Mhz con 1.305 e LLC6 su una Z390 Hero. Lo fa con tale punteggio in Cinebench R20 e senza superare gli 85 gradi

Abbiamo poi dato via libera al programma. Questo riavvierà il PC per accedere alla partizione in precedenza creata e riavvierà il sistema svariate volte. In tale modo ogni tipo di influenza software verrà evitata. Con questo caldo, e credetemi ne fa, il programma è riuscito a portare la CPU a 4900 mhz su tutti i core, anche l’AVX, che nel precedete test si fermava a 4800 Mhz. L’algoritmo utilizzato garantisce di rimanere in temperature safe e soprattutto garantisce stabilità, quindi ottimo per i gamers ma anche per i professionisti.

Tutto sommato il risultato ottenuto non è male, anzi, con un pò di freddo e un buon custom sicuramente si può ottenere di più. Per essere la prima release funziona abbastanza bene.

Se volete saperne di più potete guardare questa diretta, dove abbiamo parlato dell’argomento, anche se non siamo riusciti ad ottenere un risultato a causa del bios non aggiornato della scheda madre.

Se non siete pratici di overclock non abbiate paura, ci pensa intel.