Home / Recensione / iTek Lunar 23, case con illuminazione RGB. Recensione

iTek Lunar 23, case con illuminazione RGB. Recensione

Design ed Esterno

Estraiamo il nostro case dalla confezione, i due vetri sono protetti da pellicole adesive che evitano eventuali graffi. Consiglio di levarle solo ad assemblaggio finito, cosi da evitare di lasciare aloni sui due vetri.
Sul frontale troviamo in alto a destra il simbolo del produttore e il nome del case.Per creare il flusso d’aria necessario sul lati e sul fondo troviamo dei fori cosi da permettere alle ventole di pescare dall’esterno aria fresca.
Il vetro laterale è abbastanza scuro, forse un pelo troppo per i nostri gusti, per intravede l’hardware è necessario avere una buona illuminazion. Questo però può sicuramente essere sfruttato a vantaggio dell’utente, infatti semplicemente illuminando quello che si vuole mostrare l’effetto sarà ugualmente gradevole.La paratia sul retro è una lamiera a pezzo unico con forettatura.Il retro del case presenta una griglia per ventole da 120 o 140 mm, gli slot di espansione nella zona PCI e il PSU sul fondo.

Il sistema di montaggio della paratia sul retro funziona ad incastro nella parte bassa, e due viti bloccano la stessa al case.

La parte superiore del case ospita la connettività dello stesso e i tasti d’accensione. Un grande filtro anti polvere occupa buona parte del top, questa parte può ospitare fino a tre ventole da 120mm o due ventole da 240mm.

Nella parte inferiore del case troviamo due grossi piedini che sollevano il case, questi sono provvisti di quattro pad antiscivolo. Sulla sinistra notiamo un altro filtro anti polvere.
Connettività.

Tasto di accensione e reset, tre porte USB di cui una 3.0 e HD audio.