Home / Recensione / NZXT Kraken X72: AIO da 360mm. Recensione

NZXT Kraken X72: AIO da 360mm. Recensione

Gallery

Le ventole fornite in dotazione sono le Aer P120, queste hanno un regime di rotazione che può arrivare fino a 2000 RPM e con un flusso d’aria che arriva fino a 73 CFM.

Andranno collegate attraverso uno speciale cavo direttamente alla pompa, sarà infatti il software CAM a gestire la velocità delle ventole e l’illuminazione RGB.

Il pezzo forte, come oramai per tutti gli AIO, è la pompa/waterblock che è il componente più complesso di tutto il prodotto. Oltre ad essere il più bello e curato! Il sistema utilizzato da NZXT prevede uno sgancio rapido del supporto da avvitare poi alla scheda madre. Una soluzione comoda, veloce ed intelligente. Parliamo un attimo delle prestazioni della pompa, il produttore riferisce solo di 2800 RPM massimi, non di quanti L/h riesce a spostare. La parte che poggerà direttamente sulla nostra CPU è in rame, features sempre importante! Il lavoro fatto sull’estetica la pone tra quelle più belle sul mercato, essa infatti da spenta risulta essere un vero e proprio specchio. Ma una volta acceso il PC tutto cambia, avremo infatti una illuminazione RGB bella da vedere e completamente personalizzabile!

Il produttore utilizza due tipi di cavi per il funzionamento dell’AIO, un classico cavo USB per connettere la pompa, che in questo caso funge da controller per tutte le parti elettroniche del Kraken, al PC; un altro cavo custom invece fa connettere la pompa ad un cavo di alimentazione sata e alle ventole in dotazione.

Il radiatore in alluminio vanta una folta rete lamellare atta alla dissipazione del calore prodotto dal liqudio

NZXT continua a preferire ventole classiche senza luci sui propri radiatori, scelta che può piacere o non. Noi la troviamo estremamente bella da vedere per case con una illuminazione sobria ed elegante.

Indice