Home / Recensione / Raijintek Zofos Evo, window version. Recensione

Raijintek Zofos Evo, window version. Recensione

Il case all’interno

Cominciamo a scoprire il case. Leviamo il vetro e accediamo all’interno di questo mini appartamento. Da subito saltano agli occhi un numero indefinito di slitte per HDD, sono infatti ben 10 in totale suddivise in 5 pezzi rimovibili. Sopra di essi sono presenti due Bay da 5.25 per lettori DVD. La piastra per la scheda madre è estremamente grande, con lo spazio necessario per ospitare in pratica qualsiasi scheda madre in commercio. Ogni feritoia passa cavi è dotato di apposito gommino. Come ventola in estrazione troviamo una ventola RGB che sicuramente apprezzerete, essa e i led presenti sul frontale si occupano della illuminazione RGB del case.

Una comoda paratia magnetica si occupa di chiudere la zona del PSU. Cosi da permettere un cable management pulito ed ordinato.

La semplicità e la modularità sta alla base delle scelte del produttore. La parte frontale per accedere agli eventuali lettori DVD è magnetica, questo permette all’utente di accedere senza problemi e con molta semplicità. Estraiamo la seconda parte cosi da vedere dove sono state posizionate le due strisce di led RGB. Sul frontale sono montate stock due ventole da 120 mm in immissione.

Apriamo la paratia sul retro e continuiamo a stupirci per l’abbondanza di spazio. Sul retro troviamo lo spazio per tre SSD o HDD da 2.5 pollici. Uno degli spazi è occupato dal controller RGB, questo può comandare fino ad 8 ventole o strisce led. Sul fondo lo spazio per alloggiare un PSU di grandi dimensioni è perfetto. Nessun problema con cavetteria modulare.

Per questioni di spazio e per evitare danni i piedini vanno fissati dall’utente.