Home / Recensione / Rajintek Triton 360 Recensione

Rajintek Triton 360 Recensione

Gallery

La pompa.

20161018_195839

La pompa è di certo il componente più interessante e più discusso di questo AIO. Essa funge da waterblock, pompa e vaschetta. E’ in grado di far circolare nell’impianto circa 120 litri di liquido l’ora con soli 20 dBA di rumore e ad una velocità di circa 3200 RPM.  Una chicca di questa pompa, che la contraddistingue da molti altri AIO, è data dalla possibilità lasciata all’utente di poter cambiare il liquido e i tubi oltre  che poter espandere l’impianto. Espandibilità, che a mio parere però, deve essere minima per la quantità di liquido che la pompa riesce a mettere in circolo per ogni ora; Infatti, le pompe dei custom più prestanti, chiaramente ad altre fasce di prezzo ben più alte, arrivano a 1500 litri l’ora; Però, la mia considerazione sulla espandibilità del Triton 360, va considerata tenendo bene in mente che al costo di questo intero AIO, sul mercato,  si potrebbe acquistare solo la pompa di un impianto superiore con portate di cui prima.

Altra cosa da sottolineare è che con la possibilità di smontare tubi e cambiare il liquido, data dalla Triton 360, agli acquirenti, bisogna fare molta attenzione nel maneggiare i raccordi sopra la pompa, perchè si rischia facilmente di danneggiarli. In questa fascia di prezzo un po di qualità in più nei materiali della plastica e dei raccordi sarebbe stata gradita, quindi il nostro consiglio agli acquirenti è di maneggiarli con molta attenzione evitando di “giocarci” spesso.

Il radiatore.

img_0075

Il radiatore è profondo 3,2 cm e rientra nella categoria dei radiatori SLIM, vi è la possibilità di montare 3 ventole da 120 mm per lato.

Con le ventole montate lo spessore passa a 6 cm.

I raccordi utilizzati sul radiatore e sulla pompa sono 9.5mm/12.5mm.

img_0077

Di seguito troverete una galleria fotografica, per conoscere ancora meglio il prodotto.

Triton 360

Indice