Home / Recensione / Recensione Asus Zenfone Selfie

Recensione Asus Zenfone Selfie

La moda dei selfie ormai sta dilagando, come il raffreddore in inverno, e Asus ha deciso di cogliere la palla al balzo, con una proposta di tutto rispetto. Stiamo parlando del nuovo Asus Zenfone Selfie, smartphone di ultima generazione della casa Taiwanese. Andiamo a scoprirlo insieme!IMG_20151108_120741

Display

Il connubio smartphone e selfie ci ha fatto storcere il naso, pensando ad un telefono dalle dubbie prestazioni ad un prezzo proibitivo, ma invece Asus ci ha sorpreso, creando un ottimo terminale, che sa essere reattivo in ogni situazione

Disponibile nelle colorazioni aqua blu, argento e rosa,  al prezzo di 289,99€, Zenfone Selfie è caratterizzato dall’ampio display IPS (16 milioni di colori) da 5,5 pollici con risoluzione FullHD, ovvero 1920×1080, con una densità di pixel pari a 403 ppi.

Il vetro protettivo è l’ultima versione del celebre Gorilla Glass, ovvero la quarta, molto resistente ai graffi e agli urti. La resa dei colori è molto buona, e la luminosità non è elevatissima, ma la regolazione automatica riesce a fare comunque un egregio lavoro, permettendoci un’ottima visualizzazione del display anche nelle situazioni più ostiche, come sotto l’esposizione diretta della luce del sole.

Hardware

Il cuore che fa muovere lo Zenfone Selfie è il Qualcomm Snapdragon 615, primo processore octa core a 64 bit. Basato sull’architettura ARM Cortex-A53, è suddiviso in due cpu, entrambe quad core. La prima, più prestante, lavora alla freqenza di 1.5GHz, mentre la seconda, dedita al risparmio energetico, opera a 800 MHz. Nelle situazioni più critiche, queste due cpu sono in grado di lavorare insieme in parallelo, e la seconda cpu riceve un boost fino alla frequenza di 1.1GHz.

La GPU equipaggiata sullo Snapdragon 615, è l’Adreno 405, che opera alla frequenza massima di 500MHz. Come abbiamo detto prima, la cpu è in grado di offrire ottime prestazioni, mentre la gpu non sempre riesce a garantire ottime performance, infatti nei giochi o nelle applicazioni 3d abbiamo riscontrato diversi rallentamenti.

A bordo inoltre troviamo 3 GB di ram e 32 GB di memoria interna espandibili tramite micro SD con capacità massima di 128 GB.

Di seguito alcuni dei più popolari benchmark per smartphone

Screenshot_2015-11-08-11-51-44 Screenshot_2015-11-08-11-16-10 Screenshot_2015-11-08-11-16-04

Parte telefonica e sensori

Zenfoe Selfie, è un telefono dual sim quad band (850/900/1800/1900), è in grado di connettersi a ogni rete, dal GPRS fino al LTE, con una velocità di download massimo di 150 Mbps, e di 100 Mbps di upload.

La ricezione del telefono è di buona portata. Molto valido l’audio della capsula auricolare, il suono é bello potente e chiaro, anche in vivavoce abbiamo un’ottima resa della voce e anche un’ottima qualità. Il microfono invece è un po’ sotto tono, con una qualità discreta e il sistema di soppressione dei rumori non sempre svolge il suo lavoro.

Presente un modulo Wi-Fi 802.11 b/g/n/ac con un’elevata portata, bluetooth in versione 4.0 con A2DP/EDR e il sensore GPS di tipo A-GPS, in grado di rilevare la nostra posizione quasi istantaneamente.

Sul fronte del display inoltre troviamo i sensori per la luminosità e il led di stato che ci indica le notifiche. Troviamo anche una porta micro USB per la ricarica del cellulare e per il trasferimento dei dati.

Fotocamera

Il punto cruciale di Asus Zenfone Selfie é di sicuro il comparto fotografico. Sono presenti due sensori da ben 13 Megapixel, uno posto sul retro, e uno sul fronte del telefono.

La fotocamera posteriore è dotata di autofocus laser, che spesso non risulta essere più veloce dell’autofocus che troviamo in quella frontale. Entrambe sono dotate di doppio flash led, con un’unica differenza riguardante quello anteriore, ovvero non può essere impostato in automatico come succede per la fotocamera posteriore, possiamo settato o allo scatto, spento o sempre attivo, come se fosse una specie di torcia, qua con quest’ultima opzione si ha una maggiore tendenza al rumore.

P_20151104_220657 P_20151108_121123 P_20151108_092205 P_20151107_154022 P_20151107_154014 P_20151108_122035 P_20151108_121736_BF P_20151108_121720_BF P_20151107_235851_BF P_20151108_121208 P_20151108_122815

Entrambe le fotocamere riescono ad eseguire degli scatti molto belli, anche se nelle condizioni di scarsa luce, tendono a generare un po’ di rumore. Ottime anche le macro, che riescono a catturare molti dettagli. I selfie, se scattati in condizioni di buona luminosità sono veramente ottimi, e l’autofocus presente anche nella fotocamere frontale è una vera chicca molto piacevole da usare.

P_20151108_121659 P_20151108_121708 P_20151108_122143 P_20151108_122300P_20151108_122117 P_20151108_121923 P_20151108_121908 P_20151104_193202P_20151104_193111  P_20151104_193225P_20151105_091153

I video vengono girati in FullHD a 30 frame per secondo, e qui un po’ la fotocamere si perde, non per la qualità, ma per i problemi legati alla messa a fuoco, che spesso non riesce ad avvenire in modo rapido. Anche l’audio non ci ha colpito molto, sopratutto per la sua bassa qualità e per il fatto che viene registrato in mono e non a stereo.

Ergonomia design e materiali.

Date le generosi dimensioni di Asus Zenfone Selfie, ovvero 156,6 x 77,2 x 10,8 mm, e il suo ampio display da 5,5″, é a tutti gli effetti un phablet, e quindi é praticamente impossibile utilizzarlo con una sola mano, ma come abbiamo visto anche su altri terminali, è presente la riduzione della schermata, in modo da rendere più pratico l’uso del telefono.

Asus, come per gli altri terminali della famiglia, ha utilizzato delle linee semplici e pulite, che sanno essere molto sobrie e che donano un tocco di classe allo smartphone. I materiali, per lo più plastica, sono di ottima qualità e la costruzione generale del telefono, sembra davvero solida, dandoci la sensazione di un telefono molto robusto.

IMG_20151108_120940 IMG_20151108_120923 IMG_20151108_131029

Nonostante la forma tondeggiante, Zenfone Selfie non offre un’ottima impugnatura e grip, dovuto soprattutto alla scocca posteriore in plastica che lo rende molto scivoloso e piú propenso a cadute accidentali dalla mano. Un’altra nota dolente riguarda la posizione dei pulsanti fisici, il tasto on/off é posizionato in alto al telefono, e risulta molto scomodo, e i pulsanti del volume sono posizionati nella parte posteriore dello smartphone, sotto la fotocamera. I tasti soft touch posti sul fronte del telefono non sono retroilluminati.

Autonomia

Asus Zenfone Selfie monta una batteria da ben 3000 mAh, che è in grado di arrivare fino a sera. Sono presenti tre diversi profili per la gestione del consumo, prestazioni massime, modalità bilanciata, e modalità risparmio estremo.

Software

A bordo di questo smartphone troviamo Android nella versione 5.0.2 Lollipop con affianco ZenUI, l’interfaccia personalizzata di Asus. Sono presenti tante funzioni, tra cui le gesture a schermo spento, come il doppio tap per svegliare o spegnere lo smartphone, il semicerchio per aprire la fotocamera, presente anche la personalizzazione dei tasti soft touch, e inoltre abbiamo anche la funzione USB ON THE GO.

Numerose sono le applicazione pre-installate, di cui alcune risultano inutili, come la funzione specchio, e alte molto più utili, come l’archivio per la gestione dei file.

Screenshot_2015-11-08-12-52-48 Screenshot_2015-11-08-12-52-32 Screenshot_2015-11-08-12-52-39 Screenshot_2015-11-08-12-50-25 Screenshot_2015-11-08-12-50-30 Screenshot_2015-11-08-12-50-45

Ottima invece la tastiera implementata da Asus, che sa essere sempre precisa veloce e reattiva, ed offre moltissime personalizzazioni sia a livello estetico e a livello di digitazione, infatti possiamo anche modificare le dimensioni, rendendo così l’esperienza di scrittura molto più piacevole.

Ottimo anche il Browser di default, con una buona velocità nel renderizzare le pagine, e la navigazione avviene senza nessuno intoppo mentre scorriamo su e giù per le pagine, e i testi grazie all’ampio display e l’ottima risoluzione, si leggono molto bene.

Multimedialità

Asus Zenfone Selfie, tramite l’altoparlante posteriore, riesce a riprodurre un suono molto soddisfacente, con una buona estensione e con qualche accenno di bassi. Presente inoltre anche la radio FM che funziona egregiamente.

Il lettore video riproduce solo i file in formato MP4 alla massima risoluzzione di 1080p. Per poter visualizzare altri formati video occorre un lettore alternativo come VLC.

Contenuto della scatola

Il contenuto della scatola é molto minimale. Oltre allo smartphone, troviamo un piccolo libretto di istruzione, un caricatore da parete da 2.0 Ampere, e un cavo Micro USB.

IMG_20151108_120845

Conclusioni

Asus Zenfone Selfie é uno smartphone dedicato alla multimedialità, e in questo esegue un ottimo lavoro. Per il prezzo di 289,99€ presenta un’ottimo hardware, che riesce a muovere la ZenUI in modo fluido senza alcun rallentamento. Certo alcune pecche ci sono, come la mancanza del NFC, una scocca posteriore molto scivolosa, i tasti soft touch non retro illuminati, e l’autofocus laser un po’ lento, ma nonostante tutto ci ha davvero colpiti, e se cercate un telefono che non abbia un costo elevatissimo, Asus Zenfone Selfie, è da prendere in seria considerazione