Home / Recensione / Recensione Fiio X5 2nd Gen

Recensione Fiio X5 2nd Gen

Recensione

Comportamento nei film

Conscio del fatto che questo non è l’utilizzo per cui è stato progettato ho voluto comunque sentire come si comportava e devo dire di esserne rimasto sorpreso. Il parlato è nitido e vicino, i suoni avvolgono lo spettatore ponendolo al centro della scena, i bassi seppur non equalizzati danno un’idea precisa di cosa stia succendendo nell’azione.

Ho guardato Fast and Furious 7 e tra rombi di motori ,scazzottate, sparatorie e dialoghi trovavo che il suono era nei posti giusti tanto da dare una sensazione di immersione. Durante film di questo tipo non c’è mai un vero silenzio,piuttosto c’è sempre un accompagnamento musicale ritmato che crea suspance in modo da sapere quando bisogna trattenere il respiro in vista delle prossime scene clue.

 

Comportamento in musica

Per l’ascolto ho usato prevalentemente canzoni di genere rock.

Il suono è abbastanza pulito e dettagliato, ho percepito delle sfumature che con vari dispositivi di fascia inferiore non sono percepibili e che aiutano a dare un’idea dell’intensità con cui lo strumento è stato suonato, in particolar modo i bassi suonano più musicali. La distanza tra gli strumenti è subito percepibile e consente di soffermarsi su quello che si preferisce senza sovrapposizioni tra di loro.

Le voci risaltano particolarmente ma non in modo eccessivo rispetto alla parte strumentale.

Usando il FiiO X5 con un amplificatore cuffie esterno si ottiene un ulteriore boost prestazionale aggiungendo una scena musicale più ampia ed un posizionamento degli strumenti migliore.

Usare le proprie cuffie direttamente al lettore dà un ascolto soddisfacente, tuttavia ritengo che le cuffie più adatte siano quelle di una facile pilotabilità o auricolari iem in quanto la scena musicale è abbastanza ristretta e su cuffie più prestanti si sente quella necessità di spingerle un po’ di più.

 

Comportamento in gaming

Giocando a Metro 2033 senza un software di virtualizzazione si nota il comportamento del dispositivo nella direzionalità in angolo di 360°, e la posizione dei nemici non è molto chiara se non dei semplici destra o sinistra.

In un suono o un rumore come per esempio un colpo di pistola, dove si dovrebbe percepire un punto di inizio, una durata di intermezzo e un punto di fine, evincono maggiormente i punti di inizio e fine mentre tutto il suono dell’intermezzo è poco presente, praticamente come se il proiettile apparisse da un punto ad un altro, o ancora per esempio muovendo il coltello da destra verso sinistra, non si percepisce tutto il momento in cui si fende l’aria.

Tuttavia con un software di virtualizzazione di terze parti è possibile avere una direzionalità completa

Indice

Check Also

Sennheiser GSP350: una cuffia all in one.

RecensioneCRITICA A WORDPRESS Prima di lanciarci nella recensione credo sia giusto scusarmi con tutti i …