Home / Recensione / Sharkoon REV200, il mondo ruotato di 90 gradi! Recensione

Sharkoon REV200, il mondo ruotato di 90 gradi! Recensione

Il case all’interno

Apriamo il coperchio e scopriamo la zona dedicata a scheda madre e scheda video, o almeno alle loro zone dedicate alla connettività. A sinistra troviamo anche un gancio per l’ottimizzazione dei fili, cosi da poterli raccogliere e ordinare comodamente per poi farli uscire dalla feritoia.

Rimuoviamo il pannello frontale e accediamo alla zona dedicata alle ventole. Su questa zona è possibile installare sia ventole da 120mm che da 140mm.

Rimuoviamo la paratia finestrata, questa viene fissata con solo due viti.

Di certo è sicuramente molto particolare vedere l’interno di questo case. Come potete notare nella zona dove andrete ad installare la scheda video il produttore ha lasciato più spazio cosi da non andare ad interferire con schede video di lunghe dimensioni. Potrete installare schede video lunghe massime 32 cm.

Il produttore ha previsto diverse feritoie per il passaggio dei cavi o per i cavi sata. Come vedrete a lavoro finito il produttore ha previsto tutto nei dettagli per ottenere un lavoro finito ed ordinato.

Anche la zona dove potete installare un AIO da 360 o un radiatore non è fatto a caso infatti troviamo lo spazio per il passaggio dei tubi, anche il coperchio è pensato nel dettaglio.

Il retro del case è strutturato in modo tale da ospitare quattro SSD o HDD da 2.5 pollici e due unità da 3.5 pollici. Rimane comunque abbastanza spazio per un ottima gestione dei cavi. Altra importante features che si va ad unire alle altre che abbiamo incontrato fino ad ora è il controller RGB 5V, questo ci permette sia di controllare l’illuminazione mediante un tasto posto nella zona della connettività oppure di interfacciare il controller con quello della scheda madre. In questa maniera potrete unificare l’illuminazione sotto un unico software.

Indice