Home / SIMOFLC / Mouse

Mouse

2016-06-10_230914

Ciao a tutti , in questo Focus vorrei mettere in evidenza un argomento molto comune a tutti i Gamer e non, il Mouse.

Questa non vuol essere una guida sull’acquisto del miglior mouse o un confronto tra i presenti, che difatto non presento nemmeno, mi concentrerò su alcuni aspetti che secondo me possono fare la differenza.

Ormai con la tecnologia siamo arrivati ad avere ottimi sensori ed anche gli ottici hanno molti dpi mantenendo una ottima precisione, quindi diamo un occhio ad altro che spesso non viene evidenziato nella scelta del mouse.

Cercherò di farvi notare alcuni dettagli che dovrebbero far chiarezza, anche senza la prova fisica dell’oggetto, su come indirizzare la propria scelta, mi avvarrò di video e foto per aiutarmi nel percorso.

Ricordo che queste son solo indicazioni basate sulla mia esperienza e che non è detto che debbano essere applicate a tutti, ma spero possano di essere di aiuto in una eventuale scelta, o casomai poter fornire spunti per eventuali domande

CAVO

Uno degli aspetti che poco vengono notati è proprio quello del cavo.

Il video evidenzia i diversi aspetti dei cavi,pur non avendo voi in mano i mouse si può  capire come il cavo del Castor e del X710BK, siano morbidi pur essendo sleevati, questo a mio avviso è un aspetto molto importante nella scelta, in quanto per lo meno nel mio caso son molto disturbato dalla durezza, e pur avendo un mouse bungee spesso gli altri impediscono leggermente le operazioni dandomi una sensazione di intralcio che non mi fa sentire a mio agio.

Elemento evidenziato nel video successivo,da notare il movimento dovuto alla poca flessibilità del cavo del Flick.

Diciamo che seguendo le review si può notare se il cavo sia morbido o no, per cui avere un metro di giudizio pur non avendo il mouse a disposizione.

SHAPE

Prima di effettuare alcun commento vi lascio ai video, per ogni mouse cercherò di dare la mia visione sperando di poter aiutare

IMG_20160610_150159

Come ho cercato di evidenziare nel video in questo caso abbiamo un mouse con una forma(shape) abbastanza piatta, e allungata che favorisce una impugnatura palm, soprattutto per una mano come la mia di 19 cm di lunghezza, il mouse presenta solo una piccola rientranza in corrispondenza del pollice e del mignolo e dell’anulare. essendo abbastanza basso di profilo il palmo si adatta abbastanza bene, ma quello che lo rende palm , a mio avviso , è che non avendo gobbe accentuate si è costretti ad appoggiare la mano in completezza.

Mentre nel mio caso risulta più complicata la presa finger o claw, dovendo quasi obbligatoriamente appoggiare il fondo del palmo sul retro del mouse.

Possiamo dire che questa forma ambidestra sia abbastanza valida per un uso universale del mouse.

IMG_20160613_145244 IMG_20160613_145318 IMG_20160613_145331

IMG_20160613_145404IMG_20160613_145404

A differenza del WMO il DM1 ha una forma ben diversa , come si nota restringe alla base il che permette di avere una sede accentuata per il pollice e le due dita finali,il che obbliga ad una presa delle dita quasi obbligata.

Anche qui la forma è simmetrica ed anche in questo caso il profilo non è molto accentuato, e il retro segue la forma della mano portando la mano ad appoggiarsi completamente, ma essendo leggermente più convesso del WMO permette anche una presa claw, mentre per il finger  ci vorrebbe una mano più lunga, ed i miei 19 cm, non risultano sufficienti per una presa finger.

IMG_20160613_145528IMG_20160613_145554IMG_20160613_145712IMG_20160613_145647

IMG_20160610_150007 IMG_20160610_150336 IMG_20160610_150347

Col Flick si passa ad un mouse “piccolo” più votato ad una mano da claw e finger, quello che lo pone sotto questa categoria si denota dal fatto che sia molto alto al centro e che il retro sia molto “tagliato”,infatti come si nota in foto è molto difficile appoggiare il palmo.

Altro aspetto è che all’inverso del DM1 pro la base risulta più larga mentre il profilo alto tende a restringere, indicando alle dita come tenerle per l’impugnatura decisa dai designer, non si pensi però che il mouse sia più corto è solo il taglio che lo rende adatto come se fosse più corto, difatti è anche più lungo del DM1!

IMG_20160613_145747 IMG_20160613_145759 IMG_20160613_145814

Eccoci ad un mouse che presenta uno shape puro palm, la base larga segue la forma del palmo basso della mano, risultando perfettamente aderente alla stessa, le scanalature laterali accompagnano le dita fino all’impugnatura a tutta mano, dando anche al pollice la posizione giusta per i tasti laterali (argomento che tratterò in seguito)

Passiamo adesso ad un mouse che fa della multi impugnatura uno dei suoi pezzi forti, il Castor ha la possibilità di essere usato in tutti i modi, a patto di avere una mano non enorme, in questo caso le scanalature danno la direzione delle dita e hanno la sede per le due finali separate e ben distinte, come si vede in foto, mentre lo shape alto e il taglio dietro permettono anche di usarlo in finger e claw.

IMG_20160613_150020 IMG_20160613_150033 IMG_20160613_150054 IMG_20160613_150106

Uno sguardo ai vari profili dei mouse presi come esempio

IMG_20160610_150034
IMG_20160610_145920 IMG_20160610_150139 IMG_20160610_150222

Il profilo è unico e non ripreso da basi standard come altri mouse.

2016-06-13_160025

TASTI LATERALI

Castor

Siamo arrivati alla parte dei tasti laterali, qui vediamo che il Castor garantisce la funzionalità in qualsiasi posizione si tenga la mano.

Passiamo agli altri

Qui diventa più complicato poter dare un consiglio per la scelta del mouse, in effetti a parte il WMO che è sprovvisto son tutti posizionati bene, ma quello che sento di dirvi è che se di norma se son posizionati avanti e son grossi tendenzialmente li consiglierei per una presa Claw-Finger se per palm si nota che sul X710BK son leggermente più piccoli e posizionati leggermente più arretrati,non è una legge scritta ma è una buona indicazione per scegliere in base alle proprie abitudini.

DPI

Altra cosa che va tenuta in considerazione è la posizione del tasto DPI,direi di fare attenzione che non si di intralcio e che non possa essere premuto per errore, io personalmente ho avuto dei problemi con un logitech coi tasti posizionati in alto a sinistra.

CONCLUSIONI E RIEPILOGO

Concludiamo questo approfondimento con un riepilogo di ciò che ho trovato importante nell’acquisto e che oltre ai sensori e alla impugnatura scelta va tenuto in considerazione.

Il cavo secondo me deve essere morbido per cui fate attenzione e chiedete prima di acquistare a scatola chiusa.

Lo shape, ripetendo che la mano si adatta al mouse e non viceversa, vi suggerisco di cercare di capire se la “bombatura” del prescelto sia accentuata o no e soprattutto se il retro sia spivente il che indica una presa più  sul Claw Finger, spesso la base larga indica una base di appoggio per il palmo di conseguenza votato al Palm, mouse con linea stretta o che tendono a stringere possono essere catalogati come finger, mentre quelli che hanno una ergonomia difficilmente lo sraranno.

Ricordatevi che la grandezza spesso non indica la peculiarità, casi come il Flick che pur più lungo di altri in mano risulta più piccolo grazie al taglio sul retro e alla forma molto arcuata.

Tasti laterali e posizione, ricordatevi di cercare di capire dove siano posizionati così potrete capire se per la vostra impugnatura possano essere funzionali, come si vede nel Flick una posizione palm porterebbe ad dover fare un movimento innaturale del pollice e quindi scomodo.

Dpi, anche qui come i laterali date un occhio e informatevi sulla posizione che non debba disturbare.

Scroll wheel, fondamentale per la scelta del mouse, capire se i click siano ben definiti, e se il feedback tattile sia necessario, informarsi della bontà della stessa ultimamente i mouse tendono a peccare su questa.IMG_20160613_182258 IMG_20160613_182318 IMG_20160613_182334

Come si vede son varie le posizioni delle rotelle e molto alta quella del Flick, ma è strutturato in modo che sia accessibile facilmente

Altro aspetto da tenere conto è la posizione della stessa  l’altezza che non costringano a movimenti innaturali, e soprattutto la resistenza della stessa.

Mi è stato difficile farvi capire con video o audio la rotellina per cui son sempre pronto a darvi consigli.

Io preferisco che siano scroll ben definiti e che abbiano un buon feedback.

Chiedete sempre che tipo sia ad amici o negozianti.

SOFTWARE

Propendo sempre per i mouse con un software di supporto e molto anche con aggiustamento del Liftoff, è davvero scomodo giocare con una calibrazione del tracking del sensore non opportuna, io spesso mi son trovato a perdere il movimento perchè troppo basso, per cui dateci sempre un occhio.

Menzione di onore al X710BK, un mouse davvero di poco costo ma fatto davvero bene, davvero una bellissima sorpresa.

Come al solito spero di avervi fatto cosa gradita con questo approfondimento, e sempre vi ringraziamo per la passione e la pazienza con la quale ci seguite.

Per ogni domanda son presente nel gruppo

hwr tweak&gaming

e nel forum di questa pagina, grazie a tutti

Simone FLC Giannini