Home / Guida / Guida alle Periferiche: Il Mouse

Guida alle Periferiche: Il Mouse

Materiali

Dopo aver parlato della parte tecnica è giusto dare spazio anche a quella estetica e valutare la qualità di un mouse pezzo per pezzo, e nello specifico:

Rivestimento: Ne esistono principalmente 4 tipi ovvero, plastica liscia, plastica lucida, plastica rigida e gommato. Ognuna offre un grip ed un feeling differente dalle altre e rimane una scelta molto personale, dato che qualitativamente non sono troppo distanti l’una dall’altra; forse da evitare la plastica lucida che tende ad evidenziare ampiamente graffi, macchie ed impronte.

Scroll-Wheel: Anche qui ne esistono 2 tipi, ottico o meccanico e lavorano in modo diverso ma svolgendo ovviamente la stessa funzione con un feeling diverso. Lo scroll su base ottica ha un LED che punta da un rilevatore e quando si effettua il movimento si crea una serie di “spilli” che passano attraverso la luce del LED, e questo fa si che venga inviato un sengale in entrambe le direzioni e il numero di “step” percorsi. Quello su base meccanica invece si avvale di un codificatore e lo scroll innesca uno switch meccanico che registra entrambe le direzioni e gli “step” percorsi.

Cavo: Il cavo può essere in plastica (ormai in disuso) o in cavo intrecciato/sleevato (comune a tutti ormai) e quest’ultimo viene maggiormente utilizzato per aumentarne la durabilità nel tempo, ed ha anche un impatto estetico migliore. Inoltre, in base al tipo di intreccio e al tipo di superficie, entrambi possono causare attrito durante il movimento.

Peso: Anche il peso gioca un ruolo importante durante il movimento, e per agevolare gli utenti molti mouse escono con un sistema di peso regolabile, ovvero troviamo al suo interno una cavità riempita con dei pesetti di egual misura che possiamo regolare a nostro piacimento per trovare il giusto compromesso.

Piedini: Plastica, UHMWPE o PTFE (Teflon). I migliori in assoluto sono in Teflon e garantiscono la massima scorrevolezza e hanno un’ottima durabilità, mentre l’UHMWPE è poco usato anche se ha un costo inferiore e una maggiore durata (ma offre minore scorrevolezza); i piedini in plastica invece sono utilizzati sui mouse più economici

Tasti: Solitamente i produttori usano i migliori switch per i tasti principali, ma quando si parla di tasti laterali aggiuntivi non sempre si è così fortunati. Purtroppo in questi casi non c’è nulla da fare, se non puntare ad un mouse di qualità eccelsa e che può garantire materiali eccellenti in tutta la struttura.

Indice

Check Also

NAOS QG Mionix

MaterialiCiao a Tutti oggi andremo a vedere il Top gamma di Mionix il Naos QG …