Home / Recensione / Antec HCP 850 Platinum 80 Plus Alimentatore Recensione

Antec HCP 850 Platinum 80 Plus Alimentatore Recensione

Componentistica Interna

DSCF1359

Rimuovendo le 4 viti viene via la parte superiore e le due pareti laterali, che rimangono collegate mediante l’alimentazione della ventola (semplice lo scollegamento dato che Antec l’ha munita di un comodo connettore a 2pin).
Si nota subito che lo spazio a disposizione è completamente sfruttato, ma ben organizzato. La circuiteria è massiccia ed i dissipatori di piccole dimensioni per via dell’alta efficienza e di conseguenza delle temperature più basse da gestire e dissipare. L’interno è caratterizzato dall’adozione di più Daugher-Card che snelliscono la grossa presenza di componenti.

DSCF1361

La presa AC e l’interruttore mettono in evidenza il fatto che l’interruttore I/O elimina o la fase o il neutro, non entrambi dalla circuiteria quando si posiziona su O.
Il filtraggio all’ingresso EMI, oltre ai primi filtri subito dopo l’interruttore/presa, è disposto per lo più sul PCB dove troviamo altri condensatori, il fusibile di protezione, due induttori ed il MOV (componente non sempre adottato anche da Brand blasonati).

DSCF1362 DSCF1363

L’obiettivo di Antec è quello di offrire un prodotto di qualità, adottando un doppio ponte raddrizzatore LL25XB60 da 25A e certificato fino a 113°C, accompagnato da un dissipatore metallico. Il PFC è composto da un diodo Cree e tre MOSFET FCPF 190N60 il tutto raffreddato dal dissipatore metallico installato.

DSCF1364 DSCF1365

I due condensatori principali sono dei Rubycon da 390uF e 450V di picco certificati fino a 105°, in totale 780uF di capacità. Sulla daughter-card troviamo il controller PFC CM6502S.

DSCF1366

DSCF1367 DSCF1368

Sono stati adottati 4 transistor di Switching in Full-bridge certificati fino a 100°C. Il trasformatore come si vede chiaramente non è collegato tramite il PCB, ma bensì con dei “cavi volanti”.

DSCF1370 DSCF1371

Eccoci ai rettificatori della 12V, presenti vari MOSFET dissipati da un’elemento metallico, e presenti numerosi condensatori a stato solido ed elettrolitici in uscita. Il sistema di protezione è affidato ad un DWA103N, mentre il controller PWM dello stand-by è un TNY280PG.

DSCF1369 DSCF1372

Chiaramente il PCB è lo stesso per tutta la serie HCP come anche molti componenti sono uguali per tutta la gamma.
I moduli DC-DC, sono alloggiati sulla piastra laterale in verticale per le connessioni modulari ed hanno il compito di generare tensione dalla 12V continua a 3,3V e 5V. Successivamente viene distribuita sui vari connettori nel pannello esterno. In primo piano al centro le piastre conduttrici in basso, adottate dall’azienda di Fremont per via dell’elevata corrente da gestire, ed in alto i collegamenti da una piastra all’altra dei DC-DC.

DSCF1373 DSCF1376

Si nota bene il fatto che la piastra delle connessioni modulari è composta su più schede sovrapposte, mentre nella foto a destra un piccolo dettaglio del PCB principale che è la base dell’intera gamma HCP 850/1000/1300.

 

Anche sul pannello vi sono componenti marchiati Rubycon.

DSCF1375

Di ottima fattura, pulite ed ordinate le saldature.

DSCF1377

Indice