Home / Recensione / Arctic Freezer 50: due torri, due ventole e una bella illuminazione RGB. Recensione

Arctic Freezer 50: due torri, due ventole e una bella illuminazione RGB. Recensione

Gallery

Il grosso dissipatore è quasi completamente coperto da una armatura. Questa scelta che sicuramente esteticamente cattura l’occhio serve anche a veicolare il flusso d’aria verso la direzione voluta. La ventola da 120 MM ha regime di rotazione che varia tra i 200 e i 1800 RPM con connettore 4 pin PWM. Sarà questa la ventola dedicata a catturare aria all’interno del case e veicolarla verso la prima torre.

Sono sei gli hetpipe da 6 mm che si occupano di trasportare il calore prodotto dalla CPU lungo tutta la superficie lamellare del dissipatore. Tale scelta sicuramente efficace permette al dissipatore di lavorare velocemente e in modo efficiente.

Nonostante il nostro dissipatore arrivi montato per l’assemblaggio dovremmo comunque rimuovere la grossa ventola da 140 MM presente tra le due torri. Questa seconda ventola permette di spingere l’aria che arriva dalla prima torre verso la seconda. In tale modo entrambe le torri possono funzionare al meglio delle proprie possibilità. La seconda ventola ha regime di rotazione che va da 200 a 1700 RPM, anche essa con controller PWM.

Rimuovendo questa ventola viene via tutta la copertura centrale del dissipatore e con essa anche le zone RGB.

Indice