Home / Recensione / Arctic Liquid Freezer II 240MM: Zero fronzoli e tante performance. Recensione

Arctic Liquid Freezer II 240MM: Zero fronzoli e tante performance. Recensione

Gallery

Cominciamo a dire alcune delle cose che più mi piacciono di questa serie, siamo difronte ad un prodotto che ha optato per un design a tubi grossi, visivamente mi piace questa scelta. Il produttore non l’ha ovviamente fatta per un solo senso estetico, ma all’interno di uno dei due tubi passano i cavi delle ventole. E qui ci sono due caratteristiche non da poco, il prodotto arriva direttamente montato e quindi non perderete un attimo a montare o smontare ventole. Il prodotto per tale scelta vanta un grande cable managment, un solo cavo PWM a 4 Pin infatti muove le tre ventole e la pompa.Quando ho parlato di tre ventole la terza non me la sono sognata. Il produttore ha pizzato una piccola ventolina da 4 CM sulla pompa. Questa ha regime di rotazione che varia da 1000 a 3000 RPM. La scelta di usare regime di rotazioni basso per questa è molto oculata. In altre situazioini ci siamo ritrovati con ventole incontrollabili e rumorose. Se vi state domandando a cosa serve la risposta è semplice. Nella zona dove vengono montati i dissipatori la CPU non è l’unico componente caldo! La ventolina si occuperà in modo indiscreto di raffredare i VRM.

La pompa poi anche essa ha regime di rotazione che varia da 800 a 2000 RPM con controller PWM. Insieme questi due componenti consumano massimo 2.7 w quando lavorano al massimo della rotazione. La base di contatto con la CPU è in rame, in tale maniera si garantisce il massimo livello di conduttività termica.

A differenza praticamente della maggior parte dei produttori Arctic utilizza radiatori da 38 MM di spessore. Solitamente gli altri produttori variano da 2.9 a 3.2 MM. Questo sicuramente porta un piccolo vantaggio in termini di superficie dissipante. Quindi sicuramente dobbiamo ricordarvi di prendere bene la misura prima di comprarlo, ai 38 MM del radiatore vanno sommati i 25 MM delle ventole.

Le ventole montate sui radiatori Arctic hanno regime di rotazione che varia tra i 200 e i 1800 RPM. Questo riesce a fargli produrre 56.3 CFM con una pressione statica di 2.2 MM H2O. Sono delle performance ottimali per radiatori. Le ventole arriveranno già belle che montate e con fili nascosti. Tale scelta come dicevamo prima è sicuramente un gran bel punto positivo.

Indice