Home / Recensione / Arctic liquid Freezer II 280: pronto a tutto. Recensione

Arctic liquid Freezer II 280: pronto a tutto. Recensione

Configurazione e Test

L’hardware utilizzato nei nostri test.

Grazie ad AMD da questa recensione in poi sfrutteremo il Top di marca sul socket AM4, quindi il 1800x. I test verranno condotti a default e in OC a 4ghz.

Rumorosità e temperature

I test sono stati svolti con temperatura ambiente di 20 gradi.

Anche con tutto al massimo la rumorosità rimane sotto i 30 dBa, il che vuol dire che in un case chiuso potrete tranquillamente tenere le ventole sempre al massimo senza soffrire di rumori fastidiosi.

Test con il Ryzen 1800x.
Ryzen 1800x a stock.

Chart by Visualizer

Ryzen 1800x a 4Ghz.

Chart by Visualizer

Test precedenti di dissipatori con il Ryzen 1600.
Ryzen 1600 a stock.

Chart by Visualizer

Ryzen 1600 a 3.8Ghz.

Chart by Visualizer

Sistema di montaggio.

L’unica cosa che ho trovato scomodo è il sistema di montaggio su AMD. Questo utilizza la piastra fornita con la scheda madre, ma allo stesso tempo il produttore non ha pensato che questa non è bloccata alla mobo.. Quindi quando andrete a montarlo con una mano dovrete tenere la piastra, con un altra mano tenere la pompa e con un altra ancora avvitare! Ah no, abbiamo solo due mani.

Quindi per risolvere il problema, se non potete bloccare la pompa con il peso stesso della scheda madre su una superficie piana per poi inserirla nel case, usate un poco di scotch carta per bloccare la piastra, inserite due viti in verticale e il gioco è fatto.

Come potete vedere la pompa non è invasiva, quindi potete inserire le ram che volete ma soprattutto avrete una piccola e silenziosa ventolina a soffiare sui caldi VRM!

Indice

In Live su Twitch! Offline su Twitch.