Home / Recensione / Be Quiet! Pure Base 500 DX bianco. Recensione

Be Quiet! Pure Base 500 DX bianco. Recensione

Design ed Esterno

Il DX è acquistabile in due colorazioni, nero e bianco. Io ho preferito la colorazione in foto che ci permette dei bei contrasti con l’hardware.

La paratia frontale è dominata dal vetro temperato che permette una visione interna completa. Il produttore, come vedremo, ha ben progettato le zone per la gestione dei cavi, cosi da aiutare l’utente nell’ottenimento di una build estremamente pulita.

Il frontale è stato ben pensato dal produttore, che nonostante abbia creato una zona aperta per il 90% è comunque riuscito ad ottenere un design decisamente accattivante. In questa zona potrete montare un AIO da 360MM o da 280MM senza problemi. Come vedremo questo è possibile anche grazie alla slitta per gli HDD che può essere spostata facilmente. La paratia non finestrata è classica, ma nasconde un segreto che vedremo nella prossima pagina.

Il top è stato abbellito da un filtro magnetico ben pensato. Sotto di esso troviamo la griglia per il montaggio di due ventole, potrete montare anche qui indifferentemente ventole da 120 o 140 MM.

Sul fondo troviamo un grosso filtro a scorrimento retto dai quattro piedini che sollevano il case. In questa zona possiamo vedere, oltre alla griglia sul fondo che permetterà al PSU di pescare aria fresca, i due alloggiamenti per la slitta per gli HDD. Spostare la slitta risulterà vitale per montare AIO da 360 MM.

Connettività.

Oltre alla connettività troviamo il tasto per la gestione dell’illuminazione.

Indice