Home / Recensione / BitFenix Colossus Micro-ATX Recensione

BitFenix Colossus Micro-ATX Recensione

Case in funzione

Iniziamo col posizionare l’alimentatore nell’apposito vano e fissarlo all’interno.
Utilizziamo un PSU BitFenix in formato ATX, un Fury da 750w semi-modulare.

IMG_0409

IMG_0410 IMG_0411

IMG_0412 IMG_0413

Ecco montato il radiatore da 240mm sul top, un EK da 4,8cm di spessore.
Come vediamo va ad occupare il bay da 5,25″ per i lettori ottici. Eliminandolo totalmente si riesce a montare un radiatore slim con due ventole.

IMG_0414

IMG_0415

Con impegno ed i componenti giusti si riesce ad assemblare un sistema con i fiocchi.
Una volta applicata la motherboard, mini-ITX in questo caso per permettere il montaggio del radiatore, ed una GPU da 28cm ci ritroviamo col cabinet pieno. In situazioni simili il cable management sarà sublime da fare.

IMG_0416

Rimuovendo il radiatore ed applicando un AIO da 120mm abbiamo tutto lo spazio e l’aerazione di cui abbiamo bisogno. Si riesce facilmente ad applicare i componenti ed a montare un Hard Disk da 3,5″ oltre ad 1 SSD da 2,5″.

IMG_0417 IMG_0419

IMG_0418

Per chi necessita di un masterizzatore ottico nessun problema.
Gli spazi permettono tranquillamente l’installazione ed il passaggio dei cavi.

IMG_0421

Per chi terrà la paratia chiusa godendosi a pieno la striscia illuminata a LED del Colossus, potrà montare tutti gli SSD ed Hard Disk che vuole sulla barra verticale.

  • 5.25″ Drive Bays x 1
  • 3.5” Drive Bays x 4
  • 2.5” Drive Bays x 3

IMG_0423

IMG_0408 IMG_0407

IMG_0406 IMG_0405

IMG_0404

Indice