Home / Recensione / BitFenix Pandora Window Case Recensione

BitFenix Pandora Window Case Recensione

Case in funzione

Una volta montati i componenti interni, dopo molto lavoro nel gestire i cavi, il risultato è molto bello. L’assemblaggio necessita di molti sforzi e pazienza, ma aiutano i vari accorgimenti ed asole adottati da BitFenix.

IMG_5142

Iniziamo col dire che gli spazi sono molto risicati e consigliamo almeno una soluzione semi-modulare di alimentazione.
Ci piace molto l’idea dell’SSD a vista montata in verticale e lo spazio sul frontale, ma ricordate di misurare la lunghezza della scheda video in caso volete montare il radiatore con ventole doppie (quella il foto è da 315mm).
Buone le fessure per far passare i cavi, ma dietro la motherboard lo spazio è quasi inesistente. Si riesce a far passare il cavo per alimentare la CPU, ma tutto il resto dev’essere posizionato sullo spazio predisposto a destra con le apposite fascette in dotazione, in caso contrario la paratia laterale a compressione risulterebbe difficile da chiudere.

IMG_5148

Anche l’alimentazione della scheda grafica necessita di essere inclinata, altrimenti toccherebbe sulla paratia finestrata chiudendo.

IMG_5149

e51a60d7bf8445a51221a5acae30948843cc916767ee2dcc6c2183c18fd53413

f0801c1d1baa82355959c560707c92c312358731eedd46e32577d36c4707c796

Il risultato è fantastico!
In assoluto uno dei cabinet compatti più belli in commercio.

IMG_5146

IMG_5147

Il pannello laterale finestrato, grazie alla particolare forma, nasconde tutti gli eccessi di cavi, l’alimentatore e gli storage nel cestello, lasciando però in vista l’SSD sul frontale.

IMG_5144

Indice