Home / Recensione / Corsair Carbide Series 270R Recensione

Corsair Carbide Series 270R Recensione

Case in funzione

Montaggio.

Partiamo dal reparto storage, la scelta di inserire slitte facilmente utilizzabili è molto sensata. Tutto sommato aver deciso di fornire questa soluzione e non le classiche slitte sotto al copri PSU è decisamente una scelta funzionale, ogni millimetro del case è ben studiato ed ottimizzato.img_0052

Il montaggio è molto semplice, quattro viti per periferica permettono l’ancoraggio, la quinta già fissa all’adattatore poi servirà ad ancorare il tutto al case.img_0062

Come ben potete vedere il risultato è elegante ergonomico e pulito, quattro slot di espansione sono più che sufficienti per la maggior parte degli utenti.img_0063

Passiamo all’alimentatore, il montaggio è molto più comodo rispetto a tanti case con caratteristiche simili. Grazie all’assenza delle slitte per gli HDD si riesce a montare senza problemi un alimentatore di generose dimensioni, inoltre è facile aggiungere e rimuovere cavi da alimentatori modulari. Rimarchiamo che lo spazio è molto ben studiato e permette di lavorare comodamente durante l’assemblaggio. Corsair ha previsto quattro supporti in gomma per sorreggere l’alimentatore ed attutire le vibrazioni.img_0068

Utilizzeremo per  la nostra configurazione una Asus Rog Ranger, scheda madre ATX, come si può chiaramente vedere, dopo averla montata, rimane dello spazio che può essere sfruttato per ospitare schede madri dalle dimensioni leggermente maggiori, precisando però che la parte con i passacavi è inclinata e non permette la stessa cosa.

img_0069

Corsair ha previsto l’uso dello spazio verso la parte frontale per ospitare radiatori, quindi, prima di passare all’assemblaggio è opportuno valutare come si vuole direzionare e strutturare il flusso d’aria interno per il raffreddamento. Il produttore, di default, ha previsto un flusso che va dalla parte frontale verso il retro. Montando dei radiatori, invece, si può scegliere se continuare a seguire questa scelta, che non creerebbe problemi termici, con l’uso di una scheda video inglobata nel Custom, oppure cambiare nel caso in cui si decide di utilizzare un AIO, senza “liquidare” la scheda video usata. Decidendo di espellere l’aria calda dalla parte frontale, si deve invertire la ventola sul retro, portandola a funzionare “in immissione”, e volendo aggiungere un’altra ventola di espulsione sul TOP in modo tale da espellere l’aria calda presente nel case. Tutto quanto fin qui detto sul sistema di raffreddamento vale per utenti estremamente pignoli, questo perché la maggior parte delle CPU di nuova generazione in commercio producono, con usi normali di utilizzo compreso il gaming, poco calore. Quindi la temperatura dell’aria all’interno del case non sarebbe comunque tale da creare problemi di surriscaldamento alla scheda video o alle alette dei radiatori da impegnarle insieme alle ventole in particolari compiti di raffreddamento.  img_0075

Noi abbiamo deciso di seguire la seconda scelta, anche per vederne i risultati.img_0076

Il retro del case risulta essere facile da ordinare e gli spazi permettono tranquillamente il passaggio dei vari cavi.img_0081

Il montaggio della scheda video ci fa subito capire quanto spazio abbiamo a disposizione per essa, il 270R permette il montaggio di VGA fino a 37cm!img_0082

Aver progettato di montare le ventole in questa posizione ha anche un risvolto positivo a livello estetico, perchè si possono ammirare le ventole del Captain 240 EX.img_0086

La ventola a led è della giusta intensità di illuminazione ed il colore rosso è ben visibile dalle griglie sul frontale senza essere invasivo.

img_0090

img_0088 img_0092

Fine del montaggio con paratia.

Il risultato finale è un montaggio semplice, pulito e lineare. zzzz-1

zzzz-2

Galleria con altre foto.

270R

270R
270R
270R
270R
270R
270R
270R
270R
270R
270R
270R
270R
270R
270R
270R
270R
270R
270R
270R
270R
270R
270R
270R
270R
270R
270R
270R
270R
270R
270R
270R
270R
270R
270R
270R
270R
270R
270R
270R
270R
270R
270R
270R
270R 270R 270R 270R 270R 270R 270R 270R 270R 270R 270R 270R 270R 270R 270R 270R 270R 270R 270R 270R 270R 270R 270R 270R 270R 270R 270R 270R 270R 270R 270R 270R 270R 270R 270R 270R 270R 270R 270R 270R 270R 270R 270R

Indice