Home / Recensione / Corsair 275R AirFlow, Mid-tower. Recensione

Corsair 275R AirFlow, Mid-tower. Recensione

Il case all’interno

Il frontale è facilmente smontabile, si accede cosi ad un grosso filtro anti polvere che evita che le ventole frontali riempiano il case di sporcizia. Come potete vedere la predisposizione è per tre ventole da 120 MM, sul copri PSU, come vedremo a breve, è presente un foro per il montaggio di AIO da 360 MM, cosi da avere anche un flusso d’aria per il reparto storage.

Rimuoviamo la paratia finestrata e accediamo all’interno del case. Lo spazio è molto ampio e ci permette di montare qualsiasi tipo di scheda video senza avere nessun tipo di problema di spazio. Tale soluzione permettete anche di montare le ventole in Push/Pull su un 240 o sulle due ventole alte di un 360. Il produttore ha previsto due zone passa cavo con gommino ai lati della scheda madre e una sul copri PSU. In lato segnaliamo la presenza dei fori per passaggio del connettore d’alimentazione della CPU e per qualsiasi altro cavo che vada collegato nella parte alta della scheda madre.

Il reparto storage è ampio e ben studiato, troviamo in totale quattro posizioni per SSD o HDD da 2.5 pollici e due posizioni per HDD da 3.5 pollici. In tale maniera si garantisce all’utente tutto lo spazio che serve per una build completa. C’è da dire che con la discesa dei prezzi degli SSD probabilmente tra un annetto un 4 tb sarà alla portata e quindi tutto questo spazio potrebbe cominciare a non servire, ma meglio averlo che non! La gestione dei cavi, come dice il produttore, è guidata dalle molteplici guide dove è possibile inserire delle fascette per ottenere un lavoro pulito.

Indice