Home / Recensione / Corsair 275R AirFlow, Mid-tower. Recensione

Corsair 275R AirFlow, Mid-tower. Recensione

Conclusioni

Siamo alla fine della nostra recensione, è bello vedere il cambio di tendenza generale da parte dei produttori che senza rinunciare ad un design accattivante hanno ricominciato a dare spazio alle capacità dissipative dei prodotti. Parliamoci chiaro, chi ha hardware di fascia alta ma lo dissipa ad aria ha la necessità di avere un buon flusso d’aria, le grosse GPU custom ad esempio disperdono il calore all’interno del case senza espellerlo dal retro come succede con i modelli reference, questo porta ad un innalzamento delle temperature generali del sistema. Avere un buon flusso in immissione ed espulsione permette alla temperatura interna di calare drasticamente. Una prova che di solito invito a fare agli utenti che ci seguono è quella di toccare la paratia laterale dopo un ora di gaming. Se la paratia è molto calda significa che il flusso d’aria è scarso.


Ma passiamo a noi, il Corsair 275R AirFlow è un mid tower che offre tutti gli spazi necessari per montare una build di fascia alta, e dico di fascia alta perchè di base offre un buon flusso d’aria e permette all’hardware di respirare. Lo spazio per un 360 permette di gestire CPU calde e di fascia molto alta.
L’AirFlow base è sicuramente buono e il produttore ha previsto il montaggio di ben altre quattro ventole per avere un vero e proprio tornado nel case. Il frontale, di cui abbiamo parlato in precedenza fa ampiamente il suo lavoro, permettendo alle ventole frontali che sono poi quelle fondamentali per pescare aria fredda di lavorare senza tappi o ostruzioni! L’unica parte in plastica è il frontale per il resto tutte le lamiere sono di buona qualità.

Il case si trova a circa 89 euro al momento sul mercato. Prezzo ponderato a quello che offre.

Indice