Home / Recensione / Cortek Omega Recensione

Cortek Omega Recensione

Il case all’interno

Passiamo all’esame della parte interna del case, smontiamo le paratie laterali che sono entrambe in plastica abbastanza leggere, particolare che li rende  meno delicate di un vetro temperato.

Il case è dotato di supporto per schede madri ATX; Ha un  copri PSU  fisso dotato di apertura all’altezza della zona ventole frontali, che consente il montaggio di un radiatore per impianto a liquido fino a 360MM. Il frontale è l’unica zona che può ospitare AIO da 240 MM mentre sul top e sul retro è possibile montare solo AIO da 120 MM.

La paratia laterale è gemella dell’altra, il retro è molto semplice e lineare, presenta alcune particolarità che vedremo più avanti.

Il case da la possibilità di montare ben quattro SSD e tre HDD da 3.5 pollici, mentre, il montaggio dell’alimentatore è particolare.

In queste foto dell’interno del case sono ben visibili le tre ventole in immissione montate sulla parte frontale. Altre due ventole sono montate sul copri PSU anche se, a mio parere, montate con questa funzione direzionale sono alquanto inutili o comunque non rendono al meglio. Infatti esse spingono l’aria calda verso il basso, senza curarsi della naturale tendenza che ha l’aria calda di salire verso l’alto. Da segnalare anche che per il corretto montaggio della connettività e dei cavi di accensione queste devono essere necessariamente smontate perchè troppo vicine all’alloggio della scheda madre.

Sull’altro lato troviamo altre due ventole in espulsione.

Sulla parte superiore troviamo il controller led e fan.

 

Indice