Home / Recensione / DeepCool Matrexx 55 ADD-RGB. Recensione.

DeepCool Matrexx 55 ADD-RGB. Recensione.

Case in funzione

Assemblaggio.

Il case prevede due slitte per HDD e due posizioni per SSD in verticale direttamente sulla piastra della scheda madre. Le slitte vengono fissate attraverso due comodi viti.

Con un piccolo sforzo abbiamo inserito il nostro PSU con i cavi modulari. Prendete bene le misure, la slitta per gli HDD non è removibile e potrebbe risultare uno scoglio insormontabile.

Sfruttando gli spazi rimasti siamo riusciti a far scomparire quasi totalmente i cavi per il nostro assemblaggio. Vi consigliamo di utilizzare qualche comoda fascetta per fissare il tutto. Richiudere il case non è stato difficile, nonostante le prolunghe.

Da questa inquadratura si riesce ad apprezzare l’ampiezza interna del prodotto. Gli spazi interni sono tutti a disposizione dell’utente, questo sicuramente gli permetterà di utilizzare questo case con qualsiasi tipo di hardware di qualsiasi tipo di fascia. Non è semplice trovare case che permettano di ospitare schede madri E-ATX, ma come potete ben vedere DeepCool ci permette di concederci questo lusso. Anche il foro per il PSU risulta essere veramente azzeccato con il nostro alimentatore fornito di illuminazione RGB!

Accendiamo i motori.

Una volta acceso abbiamo ben poco da dire, le ventole e la striscia luminosa funzionano alla grande. Il controller integrato funziona benone e ci permette di sbizzarrirci con i tanti effetti. Se questo non dovesse bastare e se possedete una scheda madre con controller led a 5V potrete usare direttamente questa per controllare il tutto!

 

Indice