Home / Recensione / FiiO X3 2nd Gen: Recensione

FiiO X3 2nd Gen: Recensione

Descrizione

 

DSCN7571

UNBOXING

PACKAGING
Il packaging è semplice, ma ben curato. Si tratta di una scatola di cartone che contiene a sua volta una scatola contenente il FiiO X3 2nd Gen.

BUNDLE
In bundle viene dato tutto quello che serve e anche di più.
Un cavo USB per collegare l’X3 2nd Gen al vostro computer.
Un cavo per connettori coassiali.
Delle pellicole protettive per lo schermo.
Una cover in silicone.
Tre adesivi per personalizzare il lettore (personalmente preferisco il titanio così com’è) uno con la bandiera americana, uno simil-legno, l’altro simil-carbonio.

MATERIALI
I materiali siano il silicone della cover, o il titanio del case sono di ottima fattura, durevolezza e resistenza.

INTERFACCIA
L’interfaccia è la stessa proposta per il FiiO X1, snella veloce ed intuitiva. Personalizzabile nei colori, ma sempre di facile utilizzo e comprensione.

DESCRIZIONE
In primi come sempre eccovi il link al produttore http://www.fiio.net/en/products/39
La descrizione estetica viene delegata alle foto.
Per quanto riguarda il resto facciamoci guidare proprio da FiiO …
La prima dichiarazione è che la struttura pulsante del DAP è stata rinnovata, infatti ora è più simile a quella del FiiO X1 e del FiiO X5, ma si posiziona in mezzo ad esse.
Il fatto ottimale è che legge nativamente tutte le forme di estensioni presenti dai DSD ai FLAC passando per i SACD.
Ma andiamo a vedere quali sono le componenti usate:
come DAC troviamo il Cirrus Logic CS4398 http://www.cirrus.com/en/products/cs4398.html che può essere considerato tra i top di gamma della casa; legge fino a 24bit/192kHz, mentre l’output è sempre upsamplingzato a 24bit mentre la frequenza di campionamento segue quella originaria del file.
Ad affiancare il DAC troviamo due generatori di clock, il primo dedicato ai campionamenti a 44.1kHz e i suoi multipli, il secondo dedicato ai campionamenti a 48kHz e i suoi multipli; la loro funzione è quella di ripristinare la corretta onda sinusoidale nei segnali digitali correggendone il jitter. Tale soluzione da in effetti un poco di pulizia in più, personalmente non sono convinto, perlomeno su questa fascia, che la correzione del jitter possa essere una marcia in più, ma su alcuni mercati oramai il jitter sembra essere diventato un ossessione … anche quando dati alla mano su questa fascia non è la panacea di tutti i mali, ma nemmeno nell’hi-end … insomma meglio un basso THD+N e una fase lineare che un controllo preciso del jitter (tanto che confrontato alla Xonar U7 di presenta solo poca pulizia in più, ma un palcoscenico decisamente meno definito, non che la scheda di casa Asus sia il top, ha anche lei la sua discreta dose di problemi, ma è la prova pratica al fatto che se del jitter bisogna preoccuparsi lo si deve fare in fasce superiori, oppure nel professionale, nella registrazione dato che è il jitter in registrazione che è veramente problematico).
Passiamo ora alla sezione di amplificazione, che invece va incontro ai miei più sinceri complimenti: questa è composta da un Filtro Passa Basso attivo, una sezione di Gain e una sezione di Buffer. Il filtro e il Gain sono gestiti dall’OPA1642 http://www.ti.com/lit/ds/symlink/opa1642.pdf ok non sto qui a perdermi molto, nulla di estremo, ma alla fin fine l’X3 2nd Gen non è solo un amplificatore per cuffie, ma anche un DAC e un DAP.
Per la sezione di Buffer hanno invece usato un LMH6643 (sempre di Texas Instrument) http://www.ti.com/lit/ds/symlink/lmh6643.pdf anch’esso assai interessante per il costo.
L’uso di queste componenti permette di ottenere un’impedenza d’uscita molto bassa pari a 0.2Ohm evitando così tagli di frequenza ed una distorsione inferiore a quella udibile. Inoltre permette di ottenere un voltaggio in uscita pari a 3V RMS circa e a 75mA, ovvero si riescono ad ottenere 200mW abbastanza puliti di potenza disponibile, il che permette di guidare in modo idoneo cuffie di facile pilotaggio senza particolari problemi.
In virtù di tali caratteristiche FiiO stessa dichiara il DAP idoneo fino a cuffie dall’impedenza di 150 ohm e su tale dichiarazione sono completamente concorde.
Il FiiO X3 2nd Gen supporta schede Micro SD da 128 GB ed inoltre fa anche da DAC compatibile sia con l’ecosistema MAC, sia con l’ecosistema Microsoft. Per usarlo come DAC su MAC non avrete problemi, su PC invece dovrete scaricarne i Driver disponibili a questo indirizzo accessibile tramite il sito di FiiO stessa: https://www.dropbox.com/s/2eqthpf3qt3187c/X3%202nd%20gen%20USB%20DAC%20Driver%28compatible%20with%20X3%26X5%29v1.61.zip?dl=0 .
Infine è corretto dire che la batteria è dichiarata con una durata di 11 ore, e tale dato è ancora una volta veritiero.

Indice

Check Also

Sennheiser GSP350: una cuffia all in one.

DescrizioneCRITICA A WORDPRESS Prima di lanciarci nella recensione credo sia giusto scusarmi con tutti i …