Home / Recensione / Fractal Design Define R6 USB-C: Recensione.

Fractal Design Define R6 USB-C: Recensione.

Conclusioni

Bene siamo giunti alla fine del nostro primo incontro con un prodotto Fractal Design, ne siamo usciti alquanto estasiati dalla cura della progettazione, che abbiamo elogiato in pratica per tutto il tempo. Passiamo ai materiali, gli svedesi di Fractal sono fedeli alla nomea che li circonda, non c’è un solo componente, o una sola parte che non sia più che meritevole del prezzo richiesto. Il case a vuoto infatti pesa 12.4 Kg! Questo sicuramente vi farà avere un idea sulla struttura. Il vetro temperato è spesso e rinforzato da una struttura che permette di maneggiarlo senza problemi. I pannelli fono assorbenti e i filtri anti polvere sono tutti di ottima qualità, e su case sopra i 150 euro dovrebbero essere uno standard!

Il case è fornito con tre ventole, due da 140 mm sul frontale e una da 120 mm sul retro in espulsione, questo garantisce un buon flusso d’aria a stock.

Ma quello che gli permette, a nostro parere, di valere anche più della cifra a cui è stato immesso sul mercato è la qualità della progettazione. La possibilità di montare qualsiasi scheda video, sia in verticale che in orizzontale e qualsiasi dissipatore a torre o AIO, dando la possibilità all’utente di sbizzarrirsi anche per un custom loop non ha assolutamente prezzo.

Per un gran case ci vuole una grande postazione.

Concludiamo assegnando il massimo dei voti e un award!

Il nostro video.

Indice