Home / Recensione / Fractal Design Meshify 2 e Meshify 2 XL. Recensione

Fractal Design Meshify 2 e Meshify 2 XL. Recensione

Case in funzione

Fractal Design Meshify 2.

Passiamo all’installazione del nostro hardware. Tutto è stato molto semplice ma se devo citare un difetto è che siamo difronte ad un case che supporta schede madri E-ATX, ed effettivamente nessun problema da questo punto di vista. Ma se installiamo una scheda madre cosi grande perdiamo i due passa cavi verticali, quindi o montiamo il case nella modalità storage oppure facciamo passare i cavi da sotto. Onestamente è una cosa da poco e con i cavi piatti e le prolunghe sleevate si risolve, ma è una cosa che va fatta notare.

Per il resto nulla da dire, gli spazi sono reali e la progettazione minuziosa.

Accendiamo il nostro PC! Il case è veramente bello da vedere con l’hardware montato al suo interno. Vi ricordo come non ci siano RGB nei prodotti che abbiamo recensito oggi, quelli che vedete sono di altri componenti.

Fractal Design Meshify 2 XL.

Nella modalità storage sicuramente l’XL riesce a mostrare ulteriormente i suoi muscoli, ma lo spazio è cosi tanto che per metterlo in crisi bisogna realmente esagerare. In questo case creare un enorme custom loop è semplice.

Se date un occhio poi alle foto con AIO montato vi renderete conto che c’è veramente lo spazio per infilare una mano, a momenti anche l’intero braccio per fare ordine.

Accendiamo, pronti e via. Ci sta lo spazio per una ulteriore build di fianco. Siamo difronte ad un case nato per far felice gli appassionati. Con spazio per radiatori, ventole, schede video custom e qualsiasi altra cosa voi possiate immaginare.

Indice