Home / Recensione / NZXT N7 Z490: La risposta di NZXT per le CPU serie 10. Recensione

NZXT N7 Z490: La risposta di NZXT per le CPU serie 10. Recensione

In Funzione, Test e Overclock

Cinebench.
Più alto è meglio.

Passiamo a Wprime 1024.

Più basso è meglio.

Aida Suite.

Più alto è meglio.

CPU-Z Benchmark.

Più alto è meglio.

 

 

Overclock.

Questo è uno dei punti più importanti. Se pensate di comprare questa scheda madre vi consiglio di leggere bene questa parte. Il produttore ha dichiarato che siamo difronte ad un prodotto non nato per l’overclock. Ma noi non potevamo non provarci comunque. Il prodotto vanta un sistema a 8 +2 fasi.

Cominciamo dalle RAM.

Di solito utilizziamo delle G.skill da 4266 Mhz CL19. Su alcune Z490 con gli stessi timing del XMP siamo riusciti a lavorare in DU a 4400 Mhz un risultato ottimo. Con la NZXT N7 Z490 non siamo riusciti a mantenere le frequenze XMP neanche impostando tutto manualmente. Probabilmente alcuni dei timing secondari erano gestiti male. Siamo comunque riusciti a rimanere soliti a 4000 Mhz.

Dal nostro punto di vista pensiamo che difficilmente un utente che prende una scheda madre di questa fascia vada poi a montare kit di RAM che costano quanto la stessa scheda madre. Quindi se monterete Kit fino a 4000 Mhz non dovreste avere problemi legati al XMP.

Overclock della CPU.
In Fixed il voltaggio è troppo ballerino, abbiamo Vdrop in discesa e aumenti soprattutto lato VID che non ci siamo riusciti a spiegare. In questa maniera non è possibile andare oltre le frequenze stock. E qui un utente normale si sarebbe fermato, forse anche qualche recensore.

Con il voltaggio in Offset, LLC3 e un bel -80 che in teoria dovrebbe tenere la CPU intorno ai 1.32v o 1.33v è cambiato tutto. Il voltaggio è decisamente più stabile e continuo. In questa maniera siamo riusciti ad ottenere 5200 Mhz all core e 5100 Mhz all core in AVX. Praticamente il medesimo risultato che senza salire troppo di voltaggio abbiamo raggiunto con quasi tutte le Z490.

Quindi si parla di una scheda madre che non va bene in overclock? Secondo noi no. Si parla di una scheda madre che ha le carte per farlo ma dove il produttore ha investito in un altra ideologia. Parliamoci chiaro, con le frequenze di boost della serie 10 intel in gaming la differenza tra performance con o senza OC è trascurabile. Ma se seguirete le nostre indicazioni riuscirete a spingere anche voi senza problemi la vostra CPU.

Indice