Home / Recensione / Recensione: ASUS ROG G20

Recensione: ASUS ROG G20

Design e Qualità Costruttiva

Sotto questo punto di vista, quello estetico, ASUS non ha certo intenzione di arrivare seconda, ed infatti, anche questa volta, l’impegno nel ricercare un design futuristico, forte e d’impatto è notevole, regalandoci un prodotto che ha tutte le caratteristiche per essere considerato una piccola opera d’arte.
Asus ha infatti pensato a tutto, rifinendo il proprio PC di punta con incisioni illuminate a led e forme a taglio ben delineate, in stile minimalista sui lati e d’impatto nella parte frontale, posteriore e superiore.
IMG_9699IMG_9700IMG_9701IMG_9703IMG_9697IMG_9702

Il materiale predominate è la plastica, comune in quasi tutti i case per PC, ma ciò non impedisce che si riscontri fin da subito un piacevolissimo senso di solidità in ogni parte che compone il prodotto, con una cura ai dettagli impressionante.
La superficie è liscia ai lati, mentre, all’interno delle insenature, si estende una intricata rete di incisioni illuminata a led RGB, che cambiano colore a seconda dell’utilizzo in cui il PC è impegnato.
Il designer si è posto l’obiettivo di ricordare le forma di una navicella spaziale, ed ha così scomposto il case in quelli che sembrano 3 pezzi, ossia le due parti laterali che, rientrando verso l’interno, fanno da cornice a una terza, di colore rosso, che racchiude le varie porte di connessione del PC.
IMG_9712

Per quanto riguarda la tastiera ed il mouse che ci vengono forniti in bundle, sono entrambi prodotti di fascia bassa, che comunque non peccano in niente e fanno il loro dovere egregiamente.
La tastiera è classica, con tasti a membrana retroilluminati e rotella analogica per il controllo del volume. Dispone anche di due barre led laterali, illuminate di blu, che aiuterebbero a non perdere il posizionamento delle mani durante l’utilizzo.
Il mouse risulta comodo e abbastanza preciso, sebbene non sia certo l’ideale per un FPS come Battlefield o Counter Strike. Il prodotto si comporta bene anche nell’utilizzo prolungato, garantendo un’impugnatura comoda sia per chi predilige il palm grip, sia per chi non potrebbe mai fare a meno del claw grip. Il mouse non è invece indicato per chi preferisse un’impugnatura di tipo finger grip, dato che la “gobba” del mouse è troppo lunga, ed è quasi inevitabile andarci ad appoggiare il polso.
IMG_9692

Tornando al PC vero e proprio, andiamo ad analizzare le porte, integrate nel design, che ASUS ci offre.
Nella parte frontale il PC dispone di:
– Tasto di Accensione/Spegnimento
– Blue Ray Disk Reader/Writer
– 1x USB 2.0
– 1x USB con AI Charger
– Jack per Microfono
– Jack per Cuffie
IMG_9700

Mentre, nella parte posteriore, troviamo:
– 4x USB 2.0
– 2x USB 3.0
– 1x Ethernet
– 6x Connessioni Jack per Impianti Audio/Cuffie/Microfoni
– Kensington lock (Ossia una simpatica “entrata” simil USB in cui inserire un lucchetto antifurto, acquistabile per pochi spiccioli su Amazon)
– 1x HDMI Input per GPU Integrata
– 4x HDMI Input per GPU Dedicata
– 1x DVI-I
– 2x Input Alimentazione
IMG_9703

Qualche altro dettaglio degli adesivi e del look:
fghjfgIMG_9715

Indice

In Live su Twitch! Offline su Twitch.