Home / Recensione / Sapphire AMD R9 270X Toxic OC Recensione

Sapphire AMD R9 270X Toxic OC Recensione

Reparto alimentazione e PCB

I VRM del reparto d’alimentazione sono visibile attraverso il foro sul Backplace ( sul modello 280x sono montati i nuovi modelli di VRM ). Il BP ha risolto ogni tipo di problema riguardo al peso della scheda stessa, evitando che il PCB si deformi creando quel fastidioso “effetto curva” della scheda una volta montata nel cabinet.

IMG_0008

Le memorie sono direttamente raffreddate dal contatto con il dissipatore, cosa che preferisco ed elogio sempre dato che permette di sfruttare al meglio le schede in OC.

IMG_0007

IMG_0009

Questa 270x è equipaggiata con 7 fasi di alimentazioni per la GPU e 1 per le memorie, l’alimentazione è affidata a 2 connettori da 6 pin ( 75+75 watt ).
Questa scheda vanta due bios, di cui il secondo ottimizzato per Windows 8, ed entrambi BIOS UEFI che riducono i tempi di avvio.

IMG_0043

La scheda vanta connettività Displayport 1.2 ( supporto 4k a 60hz ), HDMI high speed, un DVI-i DL ed uno SL.

Check Also

PhysX, scheda video dedicata? Ne vale pena?

Reparto alimentazione e PCBUna delle curiosità che attrae alcuni gamers ciclicamente è la questione relativa …