Home / Recensione / Sharkoon B1, Mobile DAC e Mobile DAC PD. Recensione

Sharkoon B1, Mobile DAC e Mobile DAC PD. Recensione

Test

Cominciamo con i nostri test.

I due DAC vantano le medesime caratteristiche ma hanno delle differenze qualitative di cui vi parlerò più avanti. Si parla di oggetti capaci di pilotare cuffie che arrivano tra 16 – 250Ω quindi un buon range, con un rapporto segnale-rumore (SNR) di 100 dB. I due prodotti sono compatibili in pratica con quasi tutto quello fornito di porta USB-C, che ricordiamo essere uno standard sempre più in espansione.

Parliamo un attimo delle B1 in ascolto senza i DAC.

Il nostro headset si presenta bene, abbiamo come prima cosa fatto fare il dovuto rodaggio ai drive per una trentina di ore. In questa maniera il prodotto può mostrarci le su potenzialità. L’archetto risulta essere molto possente, esercitando un pò di forza. Inizialmente potrebbe essere fastidioso, ma è utilissimo in mobilità. Il volume già di suo risulta essere di buon livello. Alti di buona qualità, medi nella norma mentre i bassi sono poco presenti. Il suono però è ai livelli di altre proposte su questo budget. Nel complesso senza utilizzo di una scheda audio dedicata il risultato non è male.

Prova microfono Sharkoon B1.

Passiamo ai nostri piccoli DAC.
Il volume al massimo è più potente di circa un 10% con il mobile DAC e si sale al 20% con la versione PD. Ecco tornare un pò di bassi. Il suono diventa più corposo, più bello da sentire e coinvolgente. Sembra quasi di aver cambiato cuffie. Il suono sia durante film ma soprattutto durante l’ascolto musicale migliora esponenzialmente. Portando l’accoppiata a vedersela tranquillamente con la maggior parte degli headset da gaming fino a 100 euro e con un volume che difficilmente troverete su queste proposte. Tra i due DAC Mobile quello degno di nota è sicuramente la versione PD che migliora ed amplifica in modo più apprezzabile il suono prodotto. Anzi mette in difficoltà le B1 con volume al massimo.

Per 5 euro di differenza vi consiglio sicuramente la versione PD, magari un poco più scomoda ma con più funzioni e con un audio che ne risulta maggiormente amplificato e migliorato.

Indice

Check Also

Sennheiser GSP350: una cuffia all in one.

TestCRITICA A WORDPRESS Prima di lanciarci nella recensione credo sia giusto scusarmi con tutti i …