Home / Recensione / Sharkoon Elite Shark CA300T. Recensione

Sharkoon Elite Shark CA300T. Recensione

Case in funzione

Cominciamo l’assemblaggio.

Cominciamo come al solito dallo storage e dal PSU. Lo spazio per la gestione di questi componenti è veramente tanto e abbondante. Non avrete problemi a montare PSU fino a 24 CM. Inoltre il case supporta dissipatori a torre alti fino a 16.5 cm e schede video fino a 40 cm. Quindi siamo difronte ad un prodotto che si presta a qualsiasi hardware. Dal retro è semplice accedere alla piastra della scheda madre per l’installazione di dissipatori o AIO.

Passiamo poi al frontale del case. Gli spazi permettono senza problemi di passare qualsiasi tipologia di cavo e di montare un pò tutto l’hardware in commercio. I passacavi sono stati posti abbastanza distante dalla scheda madre, cosi da garantire piena compatibilità con le schede madri di formato EATX. Il Reggi GPU svolge un lavoro egregio con la nostra enorme MSI Gaming X RTX 2070 Super. Inoltre è possibile regolarlo al meglio per ottenere il massimo del sostegno senza rovinare il design del prodotto.

Accendiamo il nostro PC e godiamoci la vista!

L’illuminazione RGB grazie al comodo controller è molto bella. Potrete senza problemi collegare il controller alla vostra scheda madre, cosi facendo sincronizzerete tutta l’illuminazione sotto un unico software.

L’illuminazione delle ventole e del pannello è a 5V indirizzabile. Questo vi permetterà di creare effetti unici e sempre diversi. Ottenendo cosi una personalizzazione totale.

Indice

In Live su Twitch! Offline su Twitch.